Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 18 Luglio 2019

ITACA, NEL BILANCIO PIÙ LAVORO, OCCUPAZIONE E SERVIZI

Scritto da  Redazione Mag 30, 2017

In crescita l'occupazione che segna un +8,2% e il fatturato che supera i 41,4 milioni di euro (+5,2%), l'utile si attesta ad oltre 673 mila euro, mentre aumenta del 30% chi nel 2016 ha beneficiato dei servizi Itaca sfiorando le 11 mila persone. Orietta Antonini: "per noi un modo collegiale e cooperativo di rappresentare il nostro bilancio per mettere in luce il valore della cooperazione sociale".

Aumento dell'occupazione, soprattutto quella qualificata dei soci lavoratori, risposte a nuovi bisogni, attenzione all'innovazione e progettazione europea, espansione in Lombardia e crescita delle partnership, sono solo alcune delle ragioni che hanno portato al consolidamento e potenziamento della Cooperativa sociale Itaca di Pordenone nel corso del 2016.

In crescita l'occupazione che segna un +8,2% e il fatturato che supera i 41,4 milioni di euro (+5,2%), l'utile si attesta ad oltre 673 mila euro, mentre aumenta del 30% chi nel 2016 ha beneficiato dei servizi Itaca sfiorando le 11 mila persone.

Approvato all'unanimità il bilancio 2016 della Cooperativa sociale Itaca che il 29 giugno compirà 25 anni di vita. I numeri sono stati presentati dalla presidente Orietta Antonini e dal direttore amministrativo Paolo Castagna prima nel corso delle sei Assemblee separate territoriali – tenutesi a Vivaro, Codroipo, Tarcento, San Vito al Tagliamento, Brugnera e Ronchi dei Legionari - e successivamente nell'Assemblea generale dei delegati svoltasi ieri 29 maggio a Villa Manin di Passariano (Ud), alla presenza della presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Friuli Venezia Giulia, Annamaria Poggioli.

Grazie all'allargamento delle attività nella regione Lombardia - con la gestione di una Rsa a Milano e dei servizi assistenziali territoriali e domiciliari in una parte della provincia di Brescia -, oggi Itaca è attiva in 4 tra Regioni e Province autonome, nonché in 11 Province. L'ancoraggio al Friuli Venezia Giulia resta forte tanto che con l'85% si conferma il cuore dei servizi erogati da Itaca, a seguire il Veneto con l'11%.

Riguardo all'occupazione, cresce dell'8,2% la forza lavoro, la presenza femminile supera l'83%, i lavoratori che scelgono di essere soci sono il 70%, quasi 1700 i lavoratori impegnati mediamente nel corso del 2016, di cui l'83% con contratto di lavoro a tempo indeterminato, 1771 i lavoratori complessivi al 31 dicembre.

L'incremento di fatturato si attesta al 5,2% con un utile di oltre 673 mila euro, per un bilancio in positivo che vede il valore dellaproduzione oltre i 41,4 milioni di euro, con un patrimonio netto che sfiora i 6 milioni di euro e segna un +10,6%. Il rafforzamento del patrimonio sociale di Itaca consente di procedere anche per quest'anno con l'erogazione del ristorno sotto forma di aumento gratuito del capitale sociale per una somma complessiva pari a 150 mila euro. Da evidenziare che, a partire dall'esercizio 2009, la Cooperativa sociale friulana ha riconosciuto ai soci come scambio mutualistico ristorni complessivi pari a 760 mila euro.

Aumentano del 30% i beneficiari dei servizi erogati da Itaca che sfiorano gli 11 mila, in particolare grazie ai progetti di sviluppo di comunità in area veneta e ai nuovi servizi acquisiti in particolare nell'area lombarda. Risultati più che apprezzabili per la Cooperativa Itaca, specie se si considera il panorama esterno, caratterizzato ancora da difficoltà socio economiche, politiche e occupazionali.

La mutualità rivolta ai soci resta in primo piano e nell'ordine dei 500 mila euro. Seppur non previsto nel CCNL nazionale delle Coop Sociali, Itaca ha introdotto il sesto scatto di anzianità a vantaggio dei soci, che incide per il 17% della mutualità complessiva. Tra gli interventi quantificabili, oltre all'integrazione al 100% della maternità, l'erogazione di servizi di conciliazione che restano un punto centrale e nascono proprio per accogliere i bisogni di una Cooperativa che impiega prevalentemente donne in servizi che spesso ruotano nelle 24 ore.

Tra i tanti punti focali che hanno contribuito a questi risultati, la Rete ComeTe per i servizi a domanda individuale, il Punto Luce di Marghera con Save The Children e il Comune di Venezia, la Fondazione di Partecipazione di Pordenone Well Fare, i molti servizi di sviluppo di comunità acquisiti anche con la fusione per incorporazione della Cooperativa sociale Thauma di Conegliano (Tv) e i servizi alla prima infanzia nel medio Friuli grazie all'acquisizione delle attività della Cooperativa sociale Cobitec.

E ancora l'attenzione ai processi di innovazione anche attraverso la progettazione europea con 15 progetti presentati nel 2016 di cui 3 come ente capofila, mentre riconoscimenti importanti sono arrivati dalle attività scientifiche legate a demenza e Alzheimer e attuate in stretta collaborazione con il Gruppo Ottima Senior.

"Nelle diverse assemblee svolte – spiega la presidente Orietta Antonini -, oltre a rappresentare il bilancio, molti i soci che hanno presentato direttamente il loro impegno quotidiano nei diversi servizi gestiti da Itaca. È stato per noi un modo collegiale e cooperativo di rappresentare il nostro bilancio per mettere in luce il valore della Cooperazione sociale, ripagato peraltro da una partecipazione record dei soci alle diverse assemblee, cui si sono aggiunti molti familiari, tra cui bambine e bambini ai quali abbiamo fornito servizi di intrattenimento nel corso dei lavori. Anche questo è uno dei nostri strumenti di conciliazione".

Redazione Friuli Venezia Giulia

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31