Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 25 Maggio 2019

TORNA FOLKEST DOVE "CAPITANO TUTTE A NOI"

Scritto da  Redazione Giu 22, 2017

Capitano tutte a noi: 29 giugno Pozzo di San Giorgio della Richinvelda (Pn) - 6 luglio Romans d’Isonzo (Go). Con Itaca musica e diritti, un connubio che prosegue da 17 anni in un’ottica di sensibilizzazione rivolta all’accoglienza delle persone e al rispetto di tutte le individualità.

Torna anche quest’anno a Folkest la riflessione aperta sui temi del sociale grazie alla collaborazione tra il Festival e la Cooperativa sociale Itaca. Musica e diritti, un connubio che prosegue da 17 anni in un’ottica di sensibilizzazione rivolta all’accoglienza delle persone e al rispetto di tutte le individualità.

Per dare maggiore forza al proprio impegno Itaca - per il quarto anno consecutivo - sarà presente all’edizione 2017 del festival Folkest con il progetto “Capitano tutte a noi”, gruppo musicale nato nel 2013 a Pordenone e attualmente formato da otto componenti. Due gli appuntamenti previsti (entrambi con ingresso gratuito): il 29 giugno alle 21.15 al vecchio Mulino di Pozzo di San Giorgio della Richinvelda (Pn) i CTAN apriranno il concerto di Maz Vilander & Makadam Zena (Liguria), mentre giovedì 6 luglio in piazza Candussi a Romans d’Isonzo (Go) si esibiranno prima di Ajde Zora (Italia).

Provengono da ogni parte del globo gli artisti che, come ogni estate ininterrottamente dal 1979, animeranno i numerosi palchi di Folkest dal 22 giugno al 10 luglio prossimi (scarica il programma) – con una serie di concerti programmati anche dopo il festival, fino al 26 luglio – tra gli altri Udine, Spilimbergo, Villa Manin, Tolmezzo, Udine, ma anche Capodistria e la Slovenia, per un totale di 24 piazze raggiunte dagli appuntamenti del principale festival che esplora le musiche e le culture del mondo.

La partecipazione dei Capitano tutte a noi a Folkest si inserisce all’interno di un più ampio percorso rivolto alla salvaguardia del diritto di cittadinanza, che è sinonimo anche di potenziamento dell'autonomia della persona e valorizzazione di tutte le abilità. Caratteristica del progetto CTAN è infatti la costante apertura all'ingresso di altri componenti, anche solo per condividere un'esperienza musicale di ascolto dell'altro, in cui il gruppo, oltre che musicale, diventa un gruppo di amici. Un luogo e laboratorio di confronto dove gli elementi principali sono la forza dell’essere gruppo e la condivisione di una passione comune, la musica.

Sono trascorsi oramai 17 anni da quel primo incontro tra Itaca e Folkest, e ogni estate si conclude con l’impegno di continuare a condividere un cammino ed un progetto comune per promuovere il lavoro di rete e di incontri. Per contrastare le derive della democrazia, per sostenere diritti e valori come la vicinanza, la fratellanza, l'aiuto reciproco al di là di ogni confine etnico, stigmatico, religioso, fisico, sociale, sessuale, culturale o di qualsiasi altro genere.

Perché è solo partendo da questi principi che è possibile migliorare la qualità della vita delle persone, una strada che Itaca e Folkest percorrono insieme dal 2001: Concordia Sagittaria (2001 e 2002), Latisana (2003), Venzone (2004), Pordenone (2005), Maniago e Pordenone (2006), Pordenone e Portogruaro (2007), San Donà di Piave e Pordenone (2008), San Donà di Piave e Pordenone (2009), Pordenone, Udine e Maniago (2010), Pordenone e Spilimbergo (2011), Pordenone (2012), Pordenone (2013), Aviano, Tolmezzo e Spilimbergo (2014), Talmassons, Spilimbergo e Pordenone (2015), Fiume Veneto e Cassacco (2016).

La band

Valentina Ius (voce), cresciuta tra wave, dark e Duran Duran, è la front woman intensa e graffiante;
Felice Bellucci (voce), un timbro cavernoso che richiama inevitabilmente i tormenti di Nick Cave o Johnny Cash, è il contraltare di Valentina;
Pino Dipaola (voce, percussioni), l'anima partenopea che contribuisce con i suoi toni melodici alle tessiture vocali del gruppo;
Beniamino De Piccoli (chitarra), chitarrista versatile e fantasioso, tra morbido finger picking e funambolici virtuosismi;
Paolo Galofaro (basso), esploratore di musiche mai scontate, tra cantautorato e indie rock;
Tiziano Grendene (chitarra, voce), amante del rock classico e del cantautorato elettrico italiano;
Domenico Ballancin (batteria, percussioni), anima punk rock della band;
Paolo Paron (tastiere, fisarmonica), partito dal blues, ama mescolare modernità e sonorità vintage.

Redazione Friuli Venezia Giulia

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Maggio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31