Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 11 Dicembre 2018

ROMA: A MARZO LA RIFORMA DELL'ASSISTENZA DOMICILIARE

Scritto da  Redazione Gen 10, 2013

Il primo marzo partirà la riforma dell'assistenza domiciliare nella città di Roma. Obiettivo dell'intervento è abbattere le liste d'attesa del 25% e dare la possibilità di assistenza a 1.500 persone in più, migliorando la qualità degli interventi grazie a nuovi servizi, come "attività di gruppo" o "assistenza famiglia". Lo hanno dichiarato il vicesindaco della Capitale Sveva Belviso e il consigliere di Alemanno alla disabilità Michele Colangelo. 

Le novità sono state presentate in Campidoglio dal vicesindaco di Roma, Sveva Belviso, e dal collaboratore del sindaco per la disabilità, Michele Colangelo. La riforma, a risorse invariate, sarà indirizzata ad anziani e disabili e impegna 70 milioni l'anno per assistere 9.400 persone. Gli obiettivi saranno raggiunti grazie alle nuove tipologie di intervento, attraverso l'individuazione del costo standard e con l'introduzione di due novità, la tracciabilità del piano di assistenza, che grazie ad un sistema informatico renderà possibile la personalizzazione degli interventi e la continuità in caso di cambio di assistenti, e la trasportabilità del sistema di interventi, che permetterà ad ogni cittadino di trasferire il servizio di assistenza da un municipio all'altro.

"Senza mezzi termini - ha spiegato Belviso - abbiamo rivoluzionato il sistema dell'assistenza domiciliare. Da oggi non esiste più solo un'assistenza di tipo generico ma ogni utente potrà ricevere un'assistenza personalizzata e confezionata sulle sue esigenze. Questo grazie ad una moltitudine di tipi di interventi, come l'assistenza mista o anche quella indiretta che consiste di individuare un budget necessario all'assistito che poi potrà essere autogestito dalla famiglia, naturalmente sotto controllo del Comune. Nostro obiettivo e' modificare l'assetto del focus attenzionale, passando da un approccio quantitativo ad uno qualitativo, e abbattere la lista d'attesa che e' ferma da anni. Un'altra novità è che si da voce all'utenza: attraverso il sistema informativo da un lato si traccia l'assistenza e dall'altro si consente agli assistiti di dare le loro valutazioni sulla qualità del servizio".

"Questa riforma- ha concluso Colangelo- è all'avanguardia tra le esperienze europee per quanto riguarda i servizi integrati offerti e la più avanzata in Italia in termini di autodeterminazione e diritto alla scelta dell'utente. Così si ridà dignità e si prende in carico la persona con questi interventi si puo' riappropriare del tempo e della sua vita".

Redazione (fonte: Redattore sociale)

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31