Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 25 Aprile 2019

ECCO IL REGALO DELLE COOP SOCIALI PER ROMA

Scritto da  Redazione Mar 26, 2014

Per due o tre giorni consecutivi, le centrali mobiliteranno una ventina di cooperative addette alla manutenzione del verde ed alla pulizia urbana per rimettere a nuovo l’Isola tiberina. A dirlo le sono le centrali cooperative laziali durante il convegno "Roma più pulita e solidale: è possibile", il convegno che si è tenuto il 25 marzo alla Città dell’Altra Economia. Marino: "Quando parlo di sviluppo cittadino penso al ruolo della coop sociale”

Svelata la sorpresa che la cooperazione sociale ha voluto fare oggi a Roma Capitale. Le cooperative aderenti a Legacoop Sociali Lazio, Federsolidarietà Lazio di Confcooperative e Agci Solidarietà Lazio– facenti parte dell’Alleanza delle cooperative italiane – hanno consegnato oggi nelle mani del sindaco Ignazio Marino un regalo speciale per la città.
Per due o tre giorni consecutivi, le centrali mobiliteranno una ventina di cooperative addette alla manutenzione del verde ed alla pulizia urbana per rimettere a nuovo l’Isola tiberina. A dirlo le sono le centrali cooperative laziali durante il convegno Roma più pulita e solidale: è possibile, il convegno che si è tenuto il 25 marzo alla Città dell’Altra Economia.

“Non è facile fare un regalo ad una città come Roma, con la sua storia importante- ha detto Eugenio De Crescenzo, presidente Associazione generale cooperative italiane Solidarietà Lazio-. L’Isola tiberina è l’ombelico della città. La chiamavano ‘la nave di pietra’. E’ un luogo ospitale, che si trova al centro del fiume che attraversa Roma. Per questo l’Alleanza delle cooperative italiane ha scelto questo luogo simbolico per offrire all’Amministrazione comunale e a tutti i cittadini un servizio totalmente gratuito di manutenzione e pulizia”.
I cooperatori dell’Alleanza lavoreranno, dandosi il turno, per ripulire gli argini dalle scritte dei writers, per eliminare sporcizia, fango, rifiuti e detriti. “Roma può essere più pulita e solidale. La cooperazione sociale da anni svolge servizi di manutenzione urbana e nello stesso tempo offre lavoro a persone svantaggiate. Mentre pulisce la città, contribuisce a renderla più coesa. Mentre mantiene un parco, intercetta il disagio che all’interno di quello spazio si manifesta- ha detto Pino Bongiorno, presidente Legacoop Sociali Lazio-. Per questo vogliamo far conoscere meglio alla città la forza, il ruolo e il valore della cooperazione sociale”.
Le cooperative sociali di tipo B accolgono al loro interno per il 30% anche soggetti svantaggiati quali gli invalidi fisici, psichici e sensoriali, gex degenti di istituti psichiatrici, tossicodipendenti, alcolisti, minori in età lavorativa con difficoltà familiari.
“L’inserimento lavorativo di persone svantaggiate è un “bene comune” che arricchisce le comunità locali, aumenta la sicurezza e la coesione sociale, nonché la qualità della vita della comunità” ha aggiunto Ciro De Geronimo, presidente di Federsolidarietà Lazio

Il sindaco

Ignazio Marino ha ringraziato le cooperative sociali e sottolineato il loro ruolo per Roma: "Quando parlo di sviluppo cittadino penso al ruolo della coop sociale che vedo centrale nelle politiche di sviluppo della nostra città. Sono qui per accogliere tutte le indicazioni che avete voluto darci. Guarderemo alla vostra voce con molta attenzione. Valorizziamo la partecipazione allo sviluppo della nostra città. voglio ringraziare tutti voi per la puizia delle sponde del fiume tevere che arriva con una tirata d'orecchie voi dovete dimostrare di apprezzare questo dono. Sono particolarmente felice che abbiate pensato a questo progetto. Dopo cinque anni alcune cose rimarranno come emblematiche del nostro lavoro se avremo un tevere dove sarà possibile fare sport che sia illuminato e non sia problematico passeggiare. Io ho dedicato molto tempo a questo progetto e ho passato giorni intere per studiare sono un chirurgo e se vedo le cose le capisco meglio. Ho cercato di capire quali sono i problemi in modo da prendere le decisioni più giuste per rendere più fruibile. Il tevere è al centro di un progesso di finanziamento da parte di Bruxelles. Vi ringrazio per aver deciso di pulire gli argini del Tevere. Sappiamo che ci sono stati problemi con le alluvioni e io sono certo di espirimere la gratitudine di tutti i romani e le romane per quello che fate ogni giorno. Grazie davvero”.

Redazione Lazio

@nelpaeseit

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Aprile 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30