Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 18 Febbraio 2020

AUMENTO IVA, ACI PIEMONTE: A RISCHIO 5000 POSTI DI LAVORO

Scritto da  Redazione Ott 29, 2012

Verso il 31 ottobre. Aumento Iva coop sociali, alleanza delle cooperative lancia l'allarme in Piemonte: a rischio 5mila posti di lavoro. A tutto ciò si potrebbero aggiungere ulteriori tagli ai servizi erogati alla popolazione. Nel territorio regionale sono già forti le tensioni per i ritardi dei pagamenti e per le tante vertenze in atto

Le sacche di spreco presenti nel sistema di spesa pubblica «non sono ancora state aggredite in modo incisivo. Si può e si deve fare di più in tema di riforme istituzionali”. Questo il giudizio netto delle tre maggiori associazioni di rappresentanza delle cooperative, condiviso anche nella nostra regione da Federsolidarietà Confcooperative, Legacoopsociali, Agci solidarietà, unite nell’Alleanza delle Cooperative Italiane, sul ddl Stabilità.

Il provvedimento contiene «una misura di gravissimo pregiudizio, con cui si vorrebbe elevare dal 4 al 10% l'aliquota Iva, pari a un aumento del 150 per cento, per le prestazioni sociosanitarie ed educative svolte dalle cooperative in favore delle persone più deboli, come i bambini, gli anziani, i disabili» hanno evidenziato i rappresentanti regionali delle tre associazioni Guido Geninatti (Federsolidarietà) Anna Di Mascio (Legacoopsociali) e Mirella Margarino (Agci solidarietà).

«Se il provvedimento dovesse essere approvato – affermano i tre rappresentanti – in Piemonte sarebbero a rischio 5.000 posti di lavoro nelle nostre cooperative che già ora, con estremo sacrificio, continuano a erogare servizi e a mantenere l’occupazione, nonostante i ritardi dei tempi di pagamento della pubblica amministrazione e la scure della spending review. Si tenga infatti presente che il 70 per cento del fatturato della cooperazione sociale proviene dagli enti pubblici, il 30 per cento dalla domanda privata delle famiglie, già in condizioni di grande difficoltà, e che i Comuni in primis, di fronte a un aumento dell’IVA, potrebbero trovarsi di fronte alla scelta di operare una contrazione ulteriore dei servizi alla popolazione».

Redazione

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Febbraio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29