Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Domenica, 12 Luglio 2020

WELFARE, LEGACOOPSOCIALI: "TAGLI A TERZO SETTORE INSOSTENIBILI"

Scritto da  Redazione Mar 07, 2014

Angela Peruca, responsabile regionale di Legacoopsociali, interviene sui tagli ai servizi:  “I nuovi tagli sui capitoli a favore dei disabili e, in particolare, dei disabili mentali e dei minori ospiti di Comunità  alloggio sono socialmente insostenibili. Il governo riveda le scelte prima che sia troppo tardi e che le strutture che ospitano queste fragilità  siano costrette a chiudere”.

"I nuovi tagli sui capitoli a favore dei disabili e, in particolare, dei disabili mentali e dei minori ospiti di Comunità  alloggio sono socialmente insostenibili. Il governo riveda le scelte prima che sia troppo tardi e che le strutture che ospitano queste fragilità  siano costrette a chiudere”. A lanciare l’allarme è Angela Maria Peruca responsabile di Legacoopsociali Sicilia. “I capitoli di spesa del bilancio regionale - dice Peruca - erano già  insufficienti prima dei tagli. A questo si aggiunge che molte amministrazioni comunali per via della crisi hanno smesso di stanziare la loro quota di risorse. E alle cooperative sociali che svolgono questa attività  in via sussidiaria  (e non in via sostitutiva) per la Regione non resterà  che chiudere nonostante siano servizi che attengono al principio di garantire assistenza e tutela alla salute secondo il dettato costituzionale. Con un’aggravante in più: che le persone, soprattutto con disabilità  mentale, saranno abbandonate a se stesse per i mancati ricoveri col rischio di problemi di ordine pubblico (nessuno credo abbia dimenticato quello che è successo alla stazione di Palermo qualche tempo fa), oppure saranno disposti i ricoveri nelle strutture sanitarie con un costo decisamente superiore, poiché si passerà  dai circa 75 euro al giorno delle comunità  alloggio ai circa 600 euro delle strutture ospedaliere”. Tra le risorse tagliate, secondo Peruca, ci sarebbero anche quelle destinate ai minori ospiti delle comunità  alloggio. “Minori - dice - che sono stati sottratti alle famiglie per abusi, maltrattamenti o altro oppure che non hanno famiglie. Chiudendo le strutture chi si occuperà  di loro, dove finiranno, ma ci si rende conto di cosa si sta parlando?". E conclude: "L'atteggiamento che il governo regionale assumerà  su questa delicata questione sociale rappresenta il banco di prova per la sua credibilità ".

Redazione Sicilia

@nelpaeseit

 

 

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31