Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 22 Agosto 2019

MESSINA, "SIAMO TUTTI MIGRANTI": IN UNA MOSTRA LA NUOVA VALIGIA DI CARTONE In primo piano

Scritto da  Redazione Dic 17, 2018

La valigia di cartone con indosso gli stessi abiti di chi, nel secolo scorso, si apprestava a lasciare la propria terra in cerca di fortuna altrove, in un parallelismo simbolico tra l’emigrazione di ieri e l’immigrazione di oggi.

È così che il fotografo professionista Paolo Galletta ha voluto immortalare alcuni migranti, nelll'ambito del suo fotoracconto Siamo tutti migranti. I suggestivi scatti sono stati in esposizione dal 14 al 16 Dicembre presso i Chiostri di Palazzo Mariani, a Piazza Antonello a Messina, all’interno del Contaminazioni fest, nell'ambito delle iniziative promosse in occasione del settantesimo anniversario della Dichiarazione dei diritti universali dell'uomo.

Foto in bianco e nero che sono stati utilizzati anche per la realizzazione di un calendario 2019, acquistabile con una donazione, dai cui proventi sarà possibile sostenere progetti di inclusione e intercultura promossi dall’associazione Anymore onlus. La presentazione del progetto, avvenuta lunedì 10 dicembre presso la sede di Anymore Onlus di Messina, è stata l’occasione per riunire i partner del progetto ed i rappresentanti dell’associazionismo e del mondo cooperativo, impegnati nella gestione dei servizi ai migranti.

Protagonisti sul set fotografico giovani volontari, ma anche beneficiari del Centro Accoglienza Liberty di Messina e del Progetto Sprar di Terme Vigliatore gestito, quest'ultimo, dalla Cooperativa Azione Sociale di Messina. Attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, Paolo Galletta ha provato a rappresentare, attraverso i volti dei migranti, la stessa malinconia dei nostri avi nel lasciare la propria terra ed i propri affetti, in cerca di  migliori opportunità.

A distanza di un secolo, quegli stessi volti e lo stesso desiderio di riscatto, al di là delle differenze etniche, linguistiche o religiose, lo ritroviamo in chi oggi raggiunge le nostre  coste. Un modo per guardare allo specchio un passato che ci appartiene e che mai come adesso chiede di non essere dimenticato.

L'ultima modifica Lunedì, 17 Dicembre 2018 10:24
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Agosto 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31