Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 12 Novembre 2019

VILLA FAZIO: NELLA PERIFERIA DI CATANIA IL POLO EDUCATIVO VERDE E ANTIMAFIA In primo piano

Scritto da  Redazione Lug 24, 2019

Su nelpaese.it inizia la pubblicazione delle prove finali degli studenti del Master Sociocom in comunicazione sociale dell'Università Roma Tor Vergata: qui l'articolo di Gaia Aiello

 

“Il villaggio del degrado “, “il quartiere della droga”, “la piazza di spaccio di Catania”. Questi sono soltanto alcuni dei modi in cui i giornalisti hanno descritto Librino, quartiere ferito nella periferia sud di Catania. Un quartiere difficile, per troppi anni abbandonato a sè stesso, al degrado e alla criminalità.  Ma in mezzo ai palazzi di cemento, c’è un’oasi di bellezza.

A Villa Fazio, antica masseria sottratta alla mafia, c’è un bellissimo albero. Ai suoi piedi, una foto che commemora Giovanni Falcone e una sua citazione: «Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta di rimboccarsi le maniche ed incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare. Ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.» E sopra quella foto, su fogli gialli, messaggi contro la mafia scritti dai ragazzi di Librino.

Dal 2015 Villa Fazio è stata affidata al Consorzio Sol.Co, che l’ha trasformata in un Polo Educativo per i ragazzi del quartiere, gestito dall’associazione di volontariato C’Era Domani Librino. Un nome che è già un programma. Da una parte il legame con la storia di una periferia difficile, dall’altra la speranza nel futuro, nel cambiamento, nella volontà degli abitanti di rendere il loro quartiere un posto migliore.

E per credere nel futuro bisogna investire sui bambini: così ogni giorno Villa Fazio si trasforma in uno spazio dedicato a tantissime attività educative e ludiche, che hanno lo scopo di impegnare bambini i ragazzi del quartiere in attività produttive, creative e divertenti che li tengano lontani dalla strada e che mostrino loro un’alternativa concreta alla criminalità.

Campetti per fare sport, aule studio, orto didattico, danza, musica, disegno: i ragazzi passano le loro giornate in un ambiente protetto che offre loro la possibilità di esprimersi in libertà, divertirsi e imparare i principi della solidarietà e della legalità. Proprio la legalità è un tema fondamentale in un quartiere come Librino, che da sempre è una delle roccaforti della mafia etnea.

Non è un caso quindi che una delle iniziative più importanti e di successo proposte da C’era Domani Librino sia “Capaci Di Crescere”. Organizzata assieme alla Fondazione Ebbene, anch’essa operante all’interno di Villa Fazio, è una giornata celebrativa dedicata alla memoria della strage di Capaci. Giunta quest’anno alla sua quinta edizione ha coinvolto gli alunni di dieci scuole catanesi, che hanno disegnato 27 pannelli, ognuno dei quali rappresenta una possibile via verso una maggiore legalità.

Ma C’era Una Volta Librino non finisce con il Polo Educativo e non si chiude in un singolo quartiere: molti i progetti e le attività che coinvolgono l’intera Città Metropolitana, all’insegna di una contaminazione positiva che coinvolga quante più persone possibili.

Perché per cambiare le cose, dobbiamo tutti rimboccarci le maniche.

 

 

 

L'ultima modifica Mercoledì, 24 Luglio 2019 10:31
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30