Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 14 Dicembre 2018

A PRATO ARRIVA IL SAPORE DE "LE MERAVIGLIE DI ALICE" In primo piano

Scritto da  Redazione Mar 13, 2018

Si chiama “Le meraviglie di Alice” il laboratorio di confetture, marmellate e conserve nato all’interno dell’area di intervento di tipo B della cooperativa Alice di Prato per dare opportunità di inserimento lavorativo a soggetti svantaggiati. Una “palestra” dove persone con disagio psico-sociale o disabilità possano apprendere competenze, trasversali e specifiche, necessarie per entrare nel mondo del lavoro. “Siamo convinti che un reale inserimento nel mondo del lavoro rappresenti una fase cruciale che concorre al buon esito degli interventi socio-educativi realizzati per favorire lo sviluppo dell’autodeterminazione, dell’autostima e delle life skills in genere”, afferma la presidente della cooperativa Alice Gianna Mura.

L’idea del progetto viene da lontano, ma ha iniziato a concretizzarsi nei primi mesi del 2017 quando la cooperativa ha preso in affitto lo spazio che adesso ospita il laboratorio, in via L. Grassi, 76 a Prato. “Per noi si tratta di un ambito del tutto nuovo per cui siamo partiti con molta cautela, facendo un passo alla volta e facendoci seguire da esperti del settore – racconta la presidente di Alice -. Abbiamo fatto un investimento di circa 50.000 euro per acquistare tutte le macchine ed attrezzature per il ciclo produttivo delle confetture e abbiamo cominciato la produzione sperimentando le varie ricette e facendo i dovuti aggiustamenti in itinere”.

Attualmente l’organico del laboratorio comprende un tecnico specializzato, quattro inserimenti socio-terapeutici, affiancati da due educatori professionali con competenze specifiche e da una psicologa. È stata avviata una collaborazione con l’Ordine dei Tecnologi Alimentari Toscana, per tutti gli aspetti legali, tecnici e produttivi. L’attenzione a utenti, lavoratori e normative va di pari passo con quella verso il prodotto, dal punto di vista qualitativo – Alice acquista frutta e verdura fresca di stagione da produttori locali e produce senza l’aggiunta di conservanti, coloranti e additivi artificiali – e etico, coniugando il reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati con un prodotto di ottima qualità.

Le immagini utilizzate per le etichette sono state ideate ed elaborate all’interno del laboratorio di pittura del centro occupazionale e di socializzazione Kairos che accoglie disabili adulti, gestito dalla cooperativa. Chi compra le nostre marmellate lo deve fare soprattutto per questo: che siano prodotte in un laboratorio “speciale” è un valore aggiunto, per la reale possibilità di reinserimento sociale che rappresenta.

Le marmellate si potranno trovare in alcuni punti vendita di Unicoop Firenze in un corner dedicato ai produttori locali (dell’iniziativa si parla anche in un articolo dell’Informatore di marzo 2018): dal 27 febbraio le marmellate saranno in vendita nel negozio di Pistoia (viale Adua angolo via Macallè) ma presto saranno presenti sugli scaffali dei negozi di Agliana e Prato. Si potranno trovare marmellata di arancia, marmellata di limone, composta di pesca, composta di susina, da utilizzare come confetture classiche da colazione o per fare crostate ecc; confettura extra susine e zenzero, confit di cipolla e confit di peperoncino da utilizzare con formaggi o altri piatti salati.

 

L'ultima modifica Martedì, 13 Marzo 2018 13:03
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31