Stampa questa pagina

A FIRENZE L'ESITO DELLA "PROVA" PER PREVENIRE LA VIOLENZA TRA GRUPPI DI MINORI In primo piano

Scritto da  Redazione Toscana Ott 22, 2018

Il  26 ottobre si svolgerà a Firenze l’evento finale del Progetto europeo PROVA “Prevention of violent radicalisation and of violent actions in intergroup relations”. L’appuntamento è dalle 14.30 alle 19.00 presso il Salone delle Feste della Regione Toscana in via Cavour, 18.

Il progetto, finalizzato alla prevenzione della radicalizzazione violenta tra i minori in carcere e sottoposti a misure penali, è coordinato dalla professoressa Patrizia Meringolo, del Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze.

Tra i partner del progetto c’è LabCom Ricerca e Azione per il Benessere Psicosociale. L’evento, a ingresso gratuito, sarà l’occasione per condividere i risultati del Progetto PROVA – in particolare le Guidelines sviluppate – con i professionisti del settore, i decisori politici, la stampa e tutta la cittadinanza interessata al tema dell’inclusione e della prevenzione della radicalizzazione violenta.

Il programma prevede gli interventi del Coordinatore, dei Partner di progetto italiani ed europei e degli stakeholder locali. Inoltre, la professoressa Alba Zambrano Constanzo (Direttore del Dipartimento di Psicologia, Universidad de La Frontera, Cile) in qualità di esperta internazionale, presenterà modelli di intervento preventivi con i minori autori di reati.

Nel corso della tavola rotonda dedicata a “Il punto di vista degli Stakeholder sulle Guidelines”, che sarà coordinata da Camillo Donati di LabCom, è previsto l’intervento di Marco Paolicchi, responsabile del Dipartimento Area Welfare Legacoop Toscana.

 

L'ultima modifica Lunedì, 22 Ottobre 2018 14:53
Redazione Toscana

Redazione Toscana

 Redazione Toscana