Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 20 Luglio 2019

I TEDESCHI STUDIANO IL MODELLO DELLE COOP SOCIALI

Scritto da  Redazione Feb 11, 2013

Le cooperative altoatesine destano interesse da parte dei tedeschi: due rappresentanti germanici di un progetto europeo hanno fatto visita in questi giorni a Legacoopbund (nella foto). La delegazione studia in particolare il modello imprenditoriale delle cooperative di energia e delle cooperative sociali. Queste ultime, che non esistono in Germania, creano posti di lavoro anche per le fasce più deboli della popolazione. 

Le cooperative altoatesine destano interesse da parte dei tedeschi: due rappresentanti germanici di un progetto europeo hanno fatto visita in questi giorni a Legacoopbund. Il progetto del Fondo sociale europeo “EGON”, volto alla creazione di un potenziale di rete cooperativo, è partito lo scorso anno e coinvolge, tra gli altri, anche Legacoopbund. Attraverso lo scambio di esperienze tra Germania, Polonia e Italia, il progetto mira a diffondere il pensiero cooperativo e incoraggiare gli abitanti della regione Uckermark-Barnim in Germania a costituire nuove cooperative.

La regione Uckermark-Barnim si trova a nordest dello stato del Brandeburgo vicino al confine con la Polonia: si tratta di una zona con una densità abitativa molto bassa e con scarse strutture, dove il tasso di disoccupazione raggiunge quota 15% e la maggior parte dei giovani si trasferisce altrove. Il progetto promosso dal Fondo Sociale Europeo intende contrastare questa tendenza e per questo motivo è stata organizzata anche una visita di studio in Alto Adige. Nei giorni scorsi due rappresentanti tedeschi del progetto hanno fatto visita a Legacoopbund per studiare in particolare il modello imprenditoriale delle cooperative di energia e delle cooperative sociali. Queste ultime, che non esistono in Germania, creano posti di lavoro anche per le fasce più deboli della popolazione. Le cooperative attive nel settore delle energie rinnovabili invece, sono di fondamentale importanza per la crescita economica e la tutela dell’ambiente.

Redazione

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31