Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 12 Dicembre 2018

Articoli filtrati per data: Lunedì, 05 Novembre 2018 - nelPaese.it

Crollerà a gennaio 2019 il sistema di cure per persone anziane, disabili, sofferenti psichici e tossicodipendenti costruito in oltre vent'anni di lavoro, se nulla cambia negli orientamenti della Asl Napoli 1 e in quelli di altre Asl regionali.  

Se andrà avanti il disegno di tagliare i servizi e le figure professionali impiegate, sono a rischio nel capoluogo circa 400 posti di lavoro, duemila in tutta la Campania ma non solo: un disagio altrettanto grave dovranno affrontarlo migliaia di utenti e le loro famiglie che in questi anni sono stati seguiti con passione e competenza da operatori socio-sanitari qualificati, esperti e adeguatamente formati.

La denuncia viene dal gruppo di imprese sociali Gesco che ha tenuto oggi una conferenza stampa a palazzo Zapata ospite dell'università telematica Pegaso, per spiegare le ragioni dello stato di agitazione degli operatori socio-sanitari afferenti al gruppo e per presentare anche la manifestazione nazionale sui temi sociali e della disabilità che si terrà mercoledì 7 novembre prossimo a partire dalle ore 16 in piazza del Plebiscito.

"Sarà un passo indietro per tutte le politiche sociali – ha detto il presidente di Gesco Sergio D'Angelo – che oggi stanno subendo un significativo ridimensionamento a tutti i livelli di governo, tanto che non esiste più neanche un ministero del Welfare e quello alla Famiglia con cui si è pensato di sostituirlo è totalmente privo di risorse. Il lavoro sociale serve non solo a chi l'ha prodotto e agli utenti che ne usufruiscono, ma alla crescita dell'intera comunità".

La Asl Napoli 1 ha previsto solo le funzioni educative per il prossimo quinquennio di gestione dei servizi socio-sanitari (finora gestiti da un'Ati con capofila Gesco (e che comprende Solco, Il Pioppo, Icaro e Prodos), eliminando tutti gli operatori socio-sanitari, gli assistenti sociali, gli psicologi e i fisioterapisti nei settori della salute mentale, delle dipendenze, della disabilità e degli anziani e prevedendo solo animatori di comunità, educatori e terapisti della riabilitazione nei centri territoriali. Gli operatori socio-sanitari (oss) non sono più previsti nemmeno nelle strutture ospedaliere.

"Con il pretesto di un supposto contenimento della spesa e l'obiettivo dichiarato di internalizzare i servizi, si stanno adottando procedure analoghe anche in altre Asl campane - conclude Sergio D'Angelo - che ovviamente non garantiranno  la stabilizzazione degli operatori né quella dei servizi ma serviranno solo a stravolgerne l'organizzazione, a chiuderne tanti altri e a promuovere una nuova cultura operativa dei servizi basata sulla medicalizzazione degli interventi e l'istituzionalizzazione degli utenti. Disperdendo uno straordinario patrimonio di esperienze e di competenze che ha permesso la costruzione del sistema integrato di welfare tra pubblico e privato sociale che ha funzionato in maniera esemplare per oltre vent'anni, rispondendo ai bisogni delle famiglie e del territorio, e che dal 2019 non esisterà più".

Insieme con la scomparsa di molte figure professionali, verranno meno le attività nei servizi di salute mentale per anziani e disabili: nelle Sir (strutture intermedie per sofferenti psichici), nelle Rsa (Residenze sanitarie assistite sia per salute mentale che anziani) e Rsh (Residenze sanitarie area riabilitazione – per disabili)  e nei centri diurni (anziani, disabili, salute mentale).

"Sarà una tragedia per le nostre famiglie – ha dichiarato Erminia Illiano, madre di una giovane sofferente psichica che da anni viene seguita presso il centro L'Aquilone di Miano - Il centro non si è occupato delle medicine ma di rendere a mia figlia una vita piena, nelle relazioni sociali e affettive, grazie soprattutto al lavoro degli operatori che sono riusciti a coinvolgere anche i genitori e le famiglie. Perdere tutto questo sarebbe come perdere la casa dove si abita, dopo averla costruita faticosamente mattone dopo mattone".

 

 

Pubblicato in Lavoro

"Immissioni e dimissioni: percorsi e passaggi tra comunità terapeutica per minori di età e territorio" è il titolo del convegno sul tema del rapporto tra comunità per minori e territorio, che si svolgerà nella mattinata di venerdì 9 novembre, dalle ore 9:00 alle 13:30 nella sala auditorium dell'Accademia di Babele, in Largo fiera della Pesca 11, nella zona portuale di Ancona, organizzato dalla Cooperativa Sociale Utopia, in collaborazione con le cooperative sociali Labirinto e Rosa dei Venti, con l'Asur Marche, il Garante dei Diritti di Adulti e Bambini – Ombudsman delle Marche, la rete "Mito e Realtà" e Ciglieri People for you.

Il convegno, con l'obiettivo di offrire una riflessione sulla permanenza dei minori in comunità terapeutica, vuole essere uno spazio di incontro tra le componenti politiche e tecniche, del pubblico e privato sociale, e prevede il rilascio di 5 crediti ecm e 4 crediti per assistenti sociali. Per partecipare è necessario iscriversi sul sito della cooperativa www.labirinto.coop. Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Dopo i saluti delle autorità, la mattinata proporrà due tavole rotonde, una istituzionale e una tecnica, con l'intervento di esperti, separate dall'intervento di John Diamond, amministratore delegato della prestigiosa Mulberry Bush School, che proporrà una relazione sulle pratiche adottate all'interno dell'organizzazione in cui opera, e più in generale nel Regno Unito. Ampio spazio sarà dedicato anche alle testimonianze delle Comunità terapeutiche per minori di età aderenti alla rete di "Mito e realtà"; il tutto sotto la direzione scientifica di Luca Mingarelli, affiancato da Lucia Micheli. 

Pubblicato in Marche

Anche quest'anno il 5 novembre si celebra la Giornata mondiale della consapevolezza sugli tsunami (World Tsunami Awareness Day: WTAD), organizzata dall'United Nations Office for Disaster Risk Reduction (UNISDR) seguendo le indicazioni del protocollo di Sendai 2015-2030.

Il termine tsunami deriva dal giapponese (津波 = onda di porto) ed è un sinonimo della parola italiana maremoto. I maremoti sono eventi rari, ma con un potenziale distruttivo enorme, come spiegato nel video preparato dall'UNISDR per l'evento.

Negli ultimi 100 anni, più di 260.000 persone sono decedute in 59 differenti tsunami. Con una media di 4.600 vittime per disastro, il bilancio ha superato quello di qualsiasi disastro naturale. Gli tsunami, peraltro, non conoscono confini, rendendo la cooperazione internazionale la chiave per una profonda comprensione politica e pubblica delle misure di riduzione del rischio.

Qui l'approfondimento dell'Istituto nazionale geofisica e vulcanologia

Pubblicato in Ambiente&Territorio

“Il seme della bellezza“ è il titolo del docufilm ideato dall’attrice e attivista per i diritti Lgbt Stefania Zambrano con i partner  Piccole Trasgressioni e Piccole Magazine.

"Volevo lasciare un messaggio - sottolinea la Zambrano - ai ragazzi e ai giovani. Nel film si toccano tanti argomenti. Il primo è il bullismo che si verifica nelle scuole. L'omofobia va fermata fin dai primi sintomi, i ragazzi cominciano a denigrare gli omosessuali per scherzo, poi ci provano gusto e dopo manifestano odio per la nostra comunità. Bisogna educare queste persone".

"Nel docufilm - aggiunge Stefania Zambrano - poi tocchiamo il drammatico argomento del maltrattamento e di tutti i tipi di violenza: i ragazzi e i giovani saranno il futuro della nostra città e dovranno far cadere tutti questi tabù e fermare queste violenze".

"Spero che questo docufilm - conclude l'attrice - giri in tutte le scuole, io sarò pronta ad accompagnare ogni proiezione e spiegare tutto ai ragazzi. Molte trans si prostituiscono perché la nostra società non offre nulla di buono. Siamo costrette alla sofferenza per sopravvivere, anche noi vogliamo vivere una vita uguale a tutti gli altri, una casa, un lavoro e una vita migliore".

Martedì 6 novembre, alle ore 17, al cinema Modernissimo di Napoli (via Cisterna dell’Olio 49/59), si terrà la conferenza stampa di presentazione del docufilm. Alla presentazione de “Il seme della bellezza” interverranno Stefano Incerti, regista del film “La Parrucchiera“, Simona Marino, delegata alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, Loredana Rossi, ATN Napoli, e Paolo Cipolletta, regista del short film “La Gatta Mammona”.

Numerosi gli ospiti speciali all’evento, tra cui Regina Satariano, Responsabile del Consultorio Transgenere di Torre del Lago Puccini, Sara Finizio, Miss Trans Europa 2018, Fabiana Alves, Miss Trans Europa 2017, Madame Veruska, Gianni Di Marco, Esmeralda Cerasoli.

 

 

Pubblicato in Parità di genere

Si terrà il prossimo 7 Novembre presso la sede di Legacoop in Via Guattani, Roma, un seminario sulle nuove competenze alla luce della Riforma del Terzo Settore.

Parteciperanno al seminario autorevoli ospiti che illustreranno l'importanza della formazione continua per chi già lavora nelle organizzazioni del Terzo Settore come per chi intende avvicinarsi a questo mondo.

Per questo motivo, saranno presenti esperti del mondo cooperativo, quali il Presidente di Legacoop, Mauro Lusetti, Massimo Pelosi, responsabile dell'Associazione di Cooperative di Consumatori Distretto Tirrenico e Federica Roccisano, presidente Cooperativa Sociale Hermes 4.0, ed esperti del mondo delle professioni impegnate nel settore della responsabilità sociale, quali Massimo Leone, e Gabriele Sepio, avvocato estensore decreto riforma del Terzo Settore.

Durante il seminario saranno anche presentati i corsi del Laboratorio di Formazione per il Terzo Settore, organizzati dalla Cooperativa Sociale Hermes 4.0, in collaborazione con il CeSLAM (Centro Sviluppo Locale in Aree Metropolitane) e con il Seminterrato di Via Siena. Si tratta di un percorso formativo finalizzato all'acquisizione di competenze chiavi per le organizzazioni del terzo settore quali la progettazione sociale, la rendicontazione, la redazione del bilancio sociale e il fundraising.

Il seminario è aperto a tutti.

 

Pubblicato in Economia sociale
  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30