Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Domenica, 18 Novembre 2018

Articoli filtrati per data: Venerdì, 03 Agosto 2018 - nelPaese.it

“Siamo contenti che sia stata accolta la nostra richiesta di approvare un primo decreto correttivo del Codice del Terzo settore dopo le problematiche che erano già emerse in questa prima fase di applicazione della Riforma.” Così la portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore Claudia Fiaschi commenta l’approvazione ieri in Consiglio dei Ministri del decreto correttivo al Codice del Terzo settore.

“Ci riserviamo di leggere il testo approvato dal Governo prima di valutare in modo definitivo e puntuale le modifiche che sono state apportate – prosegue la Portavoce –, ma rispetto alle prime note diffuse riteniamo positiva, nello specifico, la proroga del termine per l’adeguamento degli statuti degli Enti. Naturalmente ci auguriamo che nel frattempo tutte le norme, specie quelle fiscali, trovino una forma definita per consentire alle organizzazioni di Terzo settore di poter attuare in modo consapevole le scelte che sono chiamate a fare su aspetti importanti della loro vita associativa.”

“Si tratta di un nuovo importante passo – conclude Fiaschi – di un percorso di riforma già molto lungo che ci auguriamo possa concludersi nel più breve tempo possibile.”

Pubblicato in Economia sociale

È un evento sociale e culturale insieme il Premio Responsabilità Sociale "Amato Lamberti" che si tiene presso il Centro di Studi Europeo di Nisida sabato 22 settembre 2018 a partire dalle ore 18 con Toni Servillo come ospite e premiato d'eccezione di questa quinta edizione. Organizzato dall'Associazione Jonathan e dal gruppo di imprese sociali Gesco con il sostegno di Whirlpool Corporation il Premio vuole promuovere la responsabilità sociale come strumento di partecipazione e di cittadinanza attiva attraverso l'esempio concreto di cittadini ed esponenti del mondo della cultura, del giornalismo, del lavoro, delle istituzioni e del terzo settore.

La manifestazione, che ha ricevuto la Medaglia di bronzo dal Presidente della Repubblica Italiana ed è accreditata presso l'Ordine dei Giornalisti della Campania, sarà condotta da Ida Palisi mentre Conchita Sannino terrà una conversazione pubblica con Toni Servillo che riceverà il premio per l'edizione 2018 (consegna il procuratore capo presso il Tribunale per i Minorenni di Salerno Patrizia Imperato) e in chiusura il cantautore Giovanni Block intratterrà gli ospiti con alcuni brani del suo repertorio.

Dopo i saluti del presidente di Gesco Sergio D'Angelo e del presidente dell'Ordine dei Giornalisti Ottavio Lucarelli, aprirà la premiazione il sindaco di NapoliLuigi de Magistris che consegnerà il premio  per la categoria "Cittadinanza" al musicista Enzo Avitabile. Seguiranno la consegna dei premi al direttore del Goethe Institut di Napoli Maria Carmen Morese (premio "Napoli Città Solidale", consegna il direttore dell'Ipm di Nisida Gianluca Guida); al parroco di Santa Maria della Sanità padre Antonio Loffredo premiato con la cooperativa sociale l'Officina dei Talenti per la categoria "Lavoro sociale" (consegna Gemma Tuccillo, Capo Dipartimento Giustizia Minorile e di Comunità); al direttore del Museo e del Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger per la "Cultura" (consegna l'assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele); per la categoria "Impresa" agli operai Bruno Usai e Giorgio Atzori della fabbrica sarda di alluminio ex Alcoa ora Sider Alloys (consegna la presidente di Jonathan Silvia Ricciardi); per il "Giornalismo" alla redattrice del TG1 Rai Ambiente-Società Isabella Schiavone (consegna Ottavio Lucarelli) e infine al presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria Roberto Di Bella la "Menzione speciale" dedicata alla memoria del magistrato Paolo Giannino (consegna il presidente del Tribunale per i Minorenni di Salerno Piero Avallone).

Parteciperanno all'edizione 2018 gli artisti Danilo Ambrosino, Lucia Ausilio, Lorenzo Cabib, Anna Fusco, Sergio Fermariello, Cherubino Gambardella, Francesco Manes, Ana Gloria Salvia, Emmanuele Stanziano, Carla Viparelli che hanno donato una loro opera per l'occasione. Partecipa infine Dino Gravina presidente della cooperativa Nesis per un omaggio speciale del laboratorio di ceramica di Nisida.

Il catering sarà a cura di Monelli tra i fornelli, la regia e l'allestimento di Exit Communication. L'edizione 2018 ha i patrocini di: Ministero della Giustizia; Regione Campania; Comune di Napoli; Ordine dei Giornalisti della Campania; Università degli Studi Suor Orsola Benincasa.

 

Pubblicato in Campania

Non è solo goliardia come per il lancio di uova a Daisy. Da Napoli a Pistoia sono stati due gli episodi di spari contro immigrati: proiettili sparati a freddo su persone inermi.  Sullo sfondo emerge anche un altro fenomeno:  ci sono alcuni episodi che non vengono nemmeno più denunciati e restano così senza monitoraggio e riflettori mediatici.

Napoli

Cisse' Elhadji Diebel, 22 anni, senegalese in Italia con permesso di soggiorno, è stato ferito a una gamba da due sconosciuti con un colpo di pistola. Il fatto è avvenuto in via Milano, nel quartiere Vasto, non lontano dalla stazione ferroviaria centrale. L'immigrato, intorno alle 22 di ieri sera, si trovava in compagnia di due amici, in strada, quando è sopraggiunto uno scooter con a bordo due persone: secondo quanto riferito dai compagni della vittima i due erano di pelle bianca, e uno di loro ha esploso alcuni colpi di pistola, forse tre, uno dei quali ha colpito a una gamba il senegalese. Il ferito è stato condotto nell'ospedale San Giovanni Bosco, dove sarà sottoposto a intervento chirurgico per l'estrazione del proiettile, rimasto conficcato nell'arto. Diebel non è in pericolo di vita.

La zona del quartiere dove è avvenuto l’agguato si trova nelle adiacenze alla stazione centrale. A calar della sera quelle strade, caratterizzate da una vasta comunità multietnica, diventano terra di nessuno: spaccio, prostituzione e degrado in attività illecite gestite dai clan della camorra e “appaltate” a gang di diverse nazionalità. Da mesi una campagna politica di esponenti della destra punta il dito contro gli immigrati, tanto che la stessa Giorgia Meloni si è recata sul posto con una “passeggiata”.

Nel pomeriggio la rete antirazzista ha promosso un presidio contro l’agguato e il rischio dell’avanza della violenza razzista anche nella città partenopea.

Pistoia

"Due giovani italiani al grido "negri di merda" hanno sparato uno o due colpi di arma da fuoco in direzione di uno dei nostri ragazzi migranti che fortunatamente è rimasto illeso. Sono in corso le indagini, per il momento non so dirvi altro.". La denuncia arriva da Don Massimo Biancalani, il parroco che proprio un’estate fu al centro di attacchi da parte dell’attuale ministro Salvini e delle formazioni neofasciste come Forza Nuova per accogliere i migranti.

Chi non denuncia

Razzismo, odio, emulazione o goliardia siamo di fronte a un fenomeno agghiacciante per la sua diffusione. E ci sono casi che non vengono denunciati. Il 31 luglio nella provincia di Napoli, nel territorio di Calvizzano, un giovane ghanese è stato colpito da proiettili a piombino mentre era in bici. A sparare sarebbero stati dei giovani in sella a uno scooter. A soccorrere il giovane migranti alcuni residenti, poi il ragazzo ha preferito non denunciare né farsi refertare per paura.

Il far west è già realtà. L’odio dai social è passato alle aggressioni fisiche, ai proiettili, agli agguati. E vede la negazione di chi al governo si occupa della nostra sicurezza.

Pubblicato in Nazionale
  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Agosto 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31