Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 20 Ottobre 2018

Articoli filtrati per data: Martedì, 04 Settembre 2018 - nelPaese.it

L’Arte come crescita comune.  A Terme Vigliatore (Messina) il  02 settembre 2018 nella cornice dell’Arena di Marchesana, durante la serata finale dell’ottava rassegna teatrale organizzata dalla A.C.S la Zagara con il patrocinio del Comune di Terme Vigliatore, si sono esibiti in un emozionante momento di danza artistica due beneficiari del Progetto Sprar di Terme Vigliatore gestito dalla Cooperativa Azione Sociale di Messina.

Un pubblico attento ed entusiasta ha assistito alla performance dei due migranti, padre e figlio, atleti professionisti nella disciplina, accompagnati per l’occasione dalla Educatrice, dalla Psicologa e da due operatori facenti parte della Equipe multidisciplinare del Progetto.

La comunità ha salutato con un caloroso applauso la conclusione dell’esibizione. Il Progetto Sprar assieme agli oltre 850 progetti dislocati sul territorio nazionale è finalizzato all’ inclusione sociale, lavorativa, economica ma anche culturale di richiedenti asilo e titolari di Protezione internazionale o umanitaria.

A Terme Vigliatore oggi vengono accolte 6 famiglie in un progetto di reale accoglienza diffusa che si pone l’obiettivo di rendere effettivo un programma di supporto e di accoglienza che, superando una visione meramente assistenzialistica dei servizi ai migranti, si tramuti in un piano di effettiva integrazione partendo da un lavoro attento di presa in carico del singolo ed una mirata valorizzazione di competenze e capacità.

Pubblicato in Sicilia

Anche quest'anno la Comunità di via Ricchieri gestita dalla Cooperativa sociale Itaca a Pordenone si apre al territorio con allegria e soprattutto con due eventi di festa per farsi conoscere e per accogliere. L'iniziativa si chiama "Spiriti liberi" e si terrà in due giornate.

La prima venerdì 7 settembre alle 20.30 con musiche e danze di due popoli diversi ma che, entrambi oppressi, con la forza del ritmo hanno dato voce e movimento alla libertà. Spazio così al blues afroamericano con i Moonshiner e anche un po' d'altro con il sax Joel Zagar, e poi al flamenco dei gitani andalusi con Elena Busatto, Cristina Gattel, Martina Cappella, Michel Paron e Noi.

Il secondo appuntamento venerdì 14 settembre dalle 18.30 con il teatro, con un apericena contornato dagli sketch quasi improvvisati che Stefania Perrone e Maria Grazia Di Donato ci hanno fatto sgorgare dal cuore con parole in libertà. Per chiudere il Reading di Spirito Allegro liberamente interpretato dal Circolo delle Idee.

Il programma

Venerdì 7 settembre ore 20.30

Lo Spirito del Flamenco

Con Elena Busatto, Cristina Gattel, Martina Cappella, Michela Paron E Noi

Lo Spirito del Blues

Con I Moonshiner e Joel Zagar

Venerdì 14 settembre ore 18.30

Apericena e Intanto...

Spirito in Libertà

Improvvisazioni e scene a sorpresa

A cura di Maria Grazia Di Donato, Stefania Petrone e Noi Protagonisti

Spirito Allegro

Interpretazione del Circolo delle Idee

 

Pubblicato in Friuli-Venezia Giulia
Martedì, 04 Settembre 2018 13:01

LA LAUREA NELLA TERZA ETÀ: LA CARICA DEI 200MILA

Corsi di lingue, informatica,  letteratura e arte, storia e filosofia,  ma anche laboratori di pittura, scultura, fotografia, scrittura, per mettere alla prova la propria creatività senza trascurare attività pratiche come cucina,  musica, danza e recitazione.  E tantissimo altro ancora. Impossibile elencare tutta l’ampia offerta formativa a disposizione degli adulti, anziani e pensionati ma anche di  tanti giovani.

Con il mese di settembre  si aprono in tutta Italia le iscrizioni ai corsi delle università popolari e dei circoli culturali auser, associazione per l’Invecchiamento Attivo. Tante occasioni di conoscenza, scambio culturale e socializzazione. Uno dei settori strategici per Auser con oltre 5mila volontari coinvolti, i numeri dell’ultimo Bilancio Sociale parlano da soli: quasi 215.000 partecipanti nel 2016, 2581 corsi,  più di 4mila conferenze organizzate in un anno, 1860 visite culturali.

Le attività organizzate dalle strutture Auser promuovono percorsi di educazione permanente, auto-formazione e conoscenza. Veri e propri centri di formazione in grado di integrarsi con il territorio e con fasce diverse della popolazione.

“Per seguitare a vivere da protagonisti in una società che cambia velocemente, - sottolinea il presidente nazionale Enzo Costa  - nella quale crescono diseguaglianze e rischi di esclusione sociale per le fasce economicamente più deboli e con basso livello d’istruzione”

 

Pubblicato in Diritti&Inclusione

Dopo la strage del ponte Morandi a Genova si è aperto un dibattito su privatizzazione e nazionalizzazioni di infrastrutture e servizi. Le 43 vittime hanno aperto interrogativi sulla gestione di beni pubblici e sulla loro sicurezza. In un sondaggio Swg ha chiesto agli italiani quale gestione preferiscono sui settori fondamentali e strategici del Paese.

Acqua, ospedali, autostrade, ferrovie devono essere gestite dal pubblico per quasi i due terzi (fino al 65%) degli intervistati. E ancora: parchi, foreste, Rai, welfare, gas, servizio elettrico e musei sono servizi e settori che devono rimanere in mano pubblica.

Per quanto riguarda la gestione privata, però, non è una bocciatura in tronco. Ci sono settori che per gli italiani devono comprendere la presenza di capitali privati. Trasporto aereo, farmacie, acciaierie, cantieri navali, telefonia, meccanica e banche sono gli ambiti e i servizi dove la gestione pubblica viene preferita in maniera minoritaria.

A margine di questa rilevazione l’area di governo si conferma saldamente al 60% dei consensi con la continua crescita della Lega Nord di Salvini con il 32,2% e la flessione di M5S sceso al 28,3. Se i sondaggi possono essere anche sensibili ai grandi fatti di cronaca questi numeri pongono una seria riflessione su quelle linee neoliberiste che hanno dominato gli ultimi 20 anni del nostro Paese.

Pubblicato in Nazionale

Sarà presentato il 5 settembre, a Farete, il  Polo Formativo e Inclusione Lavorativa Legacoop Bologna, nato su impulso di Legacoop Bologna e  costituito dalle cooperative  CSAPSA, Demetra Formazione, Open Formazione e Consorzio SIC. Obiettivo del Polo Formativo è quello di fare formazione e creare opportunità di inclusione per le persone con fragilità. Ad oggi, le persone fragili inserite dai fondatori del  Polo in percorsi di formazione e inclusione sono oltre 1.000.

La lunga esperienza maturata sul territorio e il personale specializzato permetteranno al Polo di offrire gratuitamente una varietà di servizi volti a raggiungere un doppio risultato: la formazione di persone svantaggiate e il supporto alle aziende che intendono attivare percorsi di inclusione.

"Le cooperative bolognesi Bologna hanno unito le forze per supportare le aziende nel processo di integrazione fra la dimensione etico-sociale, elemento sempre più importante del processo economico,  e quella imprenditoriale - commenta Rita Ghedini,  presidente di Legacoop Bologna - L'obiettivo è quello di dare sostegno alle imprese nell'inclusione lavorativa delle persone fragili, lavorando all'incrocio domanda-offerta tra imprese e persone fragili, in sinergia con gli enti pubblici. In quest'ottica, il Polo rappresenta una eccellenza che accresce il benessere sociale dell'intera comunità,  perché rende più coeso e inclusivo il territorio".

Il Polo e la gamma dei servizi che offre alle imprese e agli enti pubblici, saranno presentati nel corso del workshop Strumenti per la formazione e l'inclusione lavorativa: per una responsabilità sociale di impresa e territorio ,  che si terrà il 5 settembre 2018 a Farete (dalle ore 16.15 alle 17 alla sala 3). Al workshop interverranno: Laura Venturi dell'Area Sviluppo Sociale Città Metropolitana di Bologna; Teresa Marzocchi della Fondazione San Petronio; Simonetta Donati della cooperativa CSAPSA e Simone Fabbri responsabile dell'area sociale di Legacoop Bologna.

Il Polo Formativo e Inclusione Lavorativa sarà, inoltre, presente a Farete per tutta la durata della fiera: stand E4, padiglione 15.

Pubblicato in Lavoro
  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30