Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 21 Settembre 2020

Giovedì, 28 Novembre 2019 - nelPaese.it

Lo scorso 22 novembre si è svolta a Roma l’Assemblea nazionale di Generazioni Legacoop “Woodcoop 2019”. Il Nuovo Cinema Aquila ha ospitato circa 110 tra giovani cooperatori delegati e ospiti, provenienti da tutta Italia.

Dopo la visione del documentario “Un bene di tutti”, prodotto da Legacoopsociali e che narra di tre storie di recupero di beni confiscati alle mafie ad opera di cooperative, il primo panel della giornata ha riguardato il tema “Giovani, Cooperazione, Luoghi”, moderato da Enrico Parsi di Scuola Coop, e dedicato alle esperienze di rigenerazione, costruzione identitaria e impatto della cooperazione giovane sui luoghi.

Hanno partecipato al tavolo Simona Elmo, Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione dell’Anci, che ci ha presentato il Progetto Sibater, banca delle terre incolte e abbandonate per le regioni del Mezzogiorno; Roberta Franceschinelli della Fondazione Unipolis, che ha portato la sua esperienza con il progetto Culturability; Fabio Meloni, del Nuovo Cinema Aquila, che ha raccontato la storia dello spazio che ha ospitato l’assemblea; Marco Carducci di Alicenova, una delle cooperative protagoniste del documentario, che da anni opera in periferia; Filomena Costanzo della cooperativa di comunità Tralci di vite, che a Chianche, un paesino di 500 abitanti della provincia di Avellino, lavora per l’inclusione di persone che arrivano da altri mondi e combatte lo spopolamento con servizi e “agricoltura coesiva”.

Al termine della mattinata, e fino al pomeriggio, una ricca e partecipata discussione sul ruolo di Generazioni nel prossimo futuro ha coinvolto numerosi partecipanti su temi come l’Europa, le pari opportunità di genere, le politiche per l’ambiente e la sostenibilità, gli strumenti finanziari innovativi.

Nel pomeriggio, un panel moderato a più voci da Generazioni ha affrontato il tema del futuro e del ruolo dei giovani, partendo dalla lettura e discussione di estratti scelti dal libro di Alessandro Rosina “Il futuro non invecchia”. Rosina, demografo e docente universitario, coordinatore della principale indagine italiana sulle nuove generazioni – il Rapporto Giovani dell’Istituto Toniolo – ci ha ricordato come ci sia da riconcettualizzare il presente, prima di organizzare il futuro. Il presente andrebbe infatti pensato non come luogo della difesa del benessere passato accumulato – e questo è il problema del Paese – ma come il luogo dell’investimento nel futuro e su ciò che consente di migliorarlo. Noi giovani cooperatori viviamo e sentiamo troppo la prima versione, se guardiamo alle pensioni, all’impossibilità di costituire una famiglia, all’invecchiamento della popolazione, alle difficoltà nella ricerca o nella creazione di un lavoro stabile, alle paure e ai timori verso il nuovo che arriva.

La lettura ha sollecitato riflessioni con l’autore e con il presidente Mauro Lusetti, che ha chiuso con l’invito a sentirci parte di una comunità, la cooperazione, e viverne a pieno la responsabilità. Nella fase di rinnovo degli organi, l’Assemblea – per acclamazione – ha confermato alla carica di coordinatrice nazionale di Generazioni Legacoop Katia De Luca, al secondo mandato. L’esecutivo eletto è composto da Roberta Pietrobono (Coop. Eticae, Lazio), Davide Battini (Legacoop Estense), Giulia Casarini (Coop. Cadiai, Bologna), Chiara Antognozzi (Coop. di comunità dei Sibillini, Marche), Alba Quku (Coop. Tatabox, Liguria), Alessio Perniciano (Coop. CAF, Toscana), con la conferma di Riccardo Verrocchi (Coop. Horizon Service, Abruzzo).

Il luogo scelto per l’assemblea è altamente simbolico: il Nuovo Cinema Aquila è uno spazio sottratto alla criminalità organizzata e restituito alla collettività con una offerta culturale di alto profilo, in grande sinergia con il quartiere.

Inoltre, l’Assemblea ha proposto per l’occasione la prima iniziativa a favore di Obiettivo Lettura: Generazioni ha chiesto ai componenti della Presidenza di Legacoop e altri dirigenti di consigliare un libro che avesse in qualche modo lasciato il segno, contribuito a far crescere e ad aprire finestre sul mondo; anche alcuni giovani cooperatori hanno consigliato agli altri una lettura importante. Tutti i delegati e le delegate hanno ricevuto all’ingresso un pacchetto-dono con un libro, scelto da un cooperatore per un altro cooperatore, e un “consiglio” di lettura, con l’aggiunta di un segnalibro e una matita “Sprout” (la matita-semi che – una volta terminata – si può piantare nella terra per favorire la nascita di una pianta), personalizzati con il logo di Generazioni. Un modo per invitare alla lettura e incuriosire cooperatori di tutte le età.

Pubblicato in Lavoro

Il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (Cnca) si unisce ai tanti operatori sociali ed esponenti della società civile genovesi che chiedono le dimissioni di Francesca Fassio, assessore alle Politiche socio-sanitarie del Comune di Genova.

La difficile situazione in cui versano i servizi sociali comunali – che ha portato al presidio sotto al Comune, il 26 novembre, organizzato da Cgil, Cisl e Uil e a cui hanno partecipato numerosi rappresentanti del mondo del sociale genovese – richiederebbe una visione strategica e investimenti mirati, tanto più in un contesto di tagli al bilancio. L’assessore Fassio, invece, non ha mostrato la competenza necessaria e non ha aperto alcuna interlocuzione con i diversi soggetti del welfare locale, faticando persino a relazionarsi con i dipendenti del proprio assessorato.

Infine, riteniamo grave che l’assessore Fassio abbia utilizzato il termine “razza” in occasione della polemica nata per il corso di lingua Italiana per stranieri attivato dalla scuola primaria “De Scalzi - Polacco” di Genova. È un termine che non vorremmo mai più sentire da parte di una persona che ricopre incarichi pubblici.

Pubblicato in Liguria

Nell'ottobre scorso il Tribunale di Ferrara era stato chiamato a giudicare il "decreto Salvini" nella parte in cui, secondo l'interpretazione che ne ha dato il Ministero in due circolari, vieterebbe l'iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo.

Il giudizio era stato sollecitato da un cittadino del Tagikistan assistito dall'avvocato Andrea Bassi del foro di Ferrara, presente in Italia da oltre due anni, dopo esser fuggito dalle incursioni dei Talebani nel suo Paese. Nel giudizio era intervenuta anche l'Associazione Studi Giuridici sull'Immigrazione, con gli avvocati Guariso e Neri, che anche avanti altri tribunali d'Italia, aveva sostenuto le ragioni dei richiedenti asilo.

Il Giudice ritenendo che il divieto di iscrizione sia contrario a diverse disposizioni della nostra Costituzione e di trattati internazionali aveva rimesso la questione alla Corte costituzionale ma al contempo aveva ordinato , in attesa del giudizio della Corte, l'iscrizione del ragazzo, al fine di evitare i danni che questi, in attesa del giudizio, potrebbe subire da una norma a rischio di incostituzionalità.

Il comune di Ferrara ha impugnato la decisione, ma il Tribunale ha risposto ricordando che, essendo ormai il giudizio sospeso in attesa del pronunciamento della Corte, nessuna ulteriore decisione può essere presa.

“Suscita quantomeno perplessità la scelta dell'amministrazione comunale che, anziché attendere il giudizio della Corte, ha ritenuto di prolungare ulteriormente – e senza successo – il contenzioso legale senza alcun effettivo interesse per la collettività. Infatti l'udienza davanti la corte costituzionale è già fissata per il prossimo marzo e dunque nessun pregiudizio può derivare alla collettività locale dalla iscrizione dell'interessato nel periodo di attesa”, scrive Asgi in una nota.

“Il ricorrente e le associazioni che l'hanno sostenuto – prosegue la nota - attendono al contrario il giudizio della Corte Costituzionale davanti alla quale sosterranno il principio dell'uguaglianza di trattamento di tutti gli stranieri che hanno diritto al soggiorno, per qualsiasi titolo, convinti che ciò risponda all'obiettivo di una vera coesione sociale e quindi agli interessi della collettività”.

 

Pubblicato in Emilia-Romagna
  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30