Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 14 Ottobre 2019

Articoli filtrati per data: Venerdì, 13 Settembre 2019 - nelPaese.it

Il Campionato del mondo di cous cous è il cuore dell’evento, la gara gastronomica internazionale dedicata al cous cous, quest’anno all’insegna del motto “Make cous cous not walls”. Chef provenienti da Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal, Stati Uniti e Tunisia si confronteranno a tavola, da giovedì 26 a sabato 29 settembre, per celebrare la pace e l’integrazione tra popoli.

Per l’Israele in gara Yosi Hanoka, chef all'ospedale Barzilai ad Ascalona, esperto di cucina kosher. L’Italia sarà rappresentata dal sanvitese Giuseppe Peraino, chef e patron dell’hotel e ristorante Tannure e dallo chef marsalese Francesco Bonomo, responsabile di cucina presso l’azienda che produce e distribuisce pasti all’Ospedale di Salemi (Tp), mentre il Marocco schiera in campo Mohamed Lamnaour, vincitore dell’edizione 2017 di Hell’s Kitchen. Per la Palestina gareggerà Ali Majid Ishaq Saleh che lavora come chef de partie al Movenpick dead sea hotel in Giordania insieme ad Ibrahim Naeel Ibrahim Aboazeb. Il Senegal sarà rappresentato da Mareme Cisse, chef del ristorante Ginger People&Food della cooperativa sociale Al Karub, ad Agrigento, in gara con il figlio Falilou Diouf, mentre gli Stati Uniti d’America schierano Kevin Sbraga, vincitore di “Top Chef”, in onda sul canale televisivo statunitense Bravo e che ha partecipato anche a Masterchef Usa e Vanessa Anne Beahn. La Tunisia gareggia, invece, con Karim Bahbah, che lavora come sous chef a Parigi in un ristorante del gruppo del grande chef francese Alain Ducasse, e Walid Trabelsi, chef al ristorante Le 716 a Tunisi e membro dell’Accademia nazionale della cucina francese.

A loro si aggiunge un team speciale, quello sotto la “bandiera” dell’Unhcr,  l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati e Kamba, un progetto di inclusione sociale per giovani richiedenti asilo e migranti. In squadra per l’Unhcr ci saranno due rifugiati politici, Basim Alfatlawi (Iraq) e Jamol Ismail Ssali (Uganda) che hanno partecipato al programma “Food for inclusion” promosso da Unhcr e l'Università di scienze gastronomiche di Pollenzo, che ha come obbiettivo l'integrazione culturale ed economica dei rifugiati in Italia attraverso pratiche legate al food.

“Ci felicitiamo per la partecipazione per la prima volta di un team di rifugiati al Campionato del mondo di cous cous sotto la bandiera dell’UNHCR,” ha detto Carlotta Sami, Portavoce regionale UNHCR per il Sud Europa. “E’ un’occasione unica non solo per i rifugiati di dimostrare il loro talento, ma anche per il pubblico di conoscere le loro storie e origini attraverso la preparazione di un piatto da sempre simbolo di apertura, scambio e integrazione.”

I piatti saranno valutati da una giuria popolare e di una giuria di esperti presieduta da Enzo e Paolo Vizzari, giornalisti esperti di enogastronomia. A condurre le manche Federico Quaranta, voce storica di Decanter in coppia con la food blogger italo-marocchina Siham Lamoudni, co-fondatrice di theShukran, il social network fotografico rivelazione del mondo musulmano, tra le top app più scaricate in molti paesi tra cui Marocco, Egitto e Pakistan che racconterà l'evento con fotografie e video. Inviato speciale del festival sarà lo showman Sasà Salvaggio.

Cooking show e concerti

Noemi, prima del concerto, si racconterà anche in un’intervista ai fan. In programma anche lezioni di cous cous, cooking show con grandi protagonisti della cucina tra cui Sergio Barzetti, Andy Luotto, Chiara Maci, Filippo La Mantia e Giorgione, spettacoli e concerti sotto le stelle. Si comincia venerdì 20 con Noemi che, alle ore 19, prima del concerto in programma alle ore 22 – tappa del Blues & Love Summer Tour - si racconterà ai suoi fan in un’intervista al palco in spiaggia, ad ingresso libero.

Si prosegue sabato 21 settembre con i Boomdabash. E ancora Sergio Vespertino (domenica 22), Cammurria (lunedì 23), Sikania (martedì 24), La Municipàl (mercoledì 25) Lello Analfino & Tinturia (giovedì 26), Mahmood (venerdì 27 per l’unica tappa in Sicilia), dj Ringo e Giuseppe Scarpato Power Trio ft. Filippo La Mantia (sabato 28 settembre) e Sasà Salvaggio (domenica 29 settembre). Tutti i concerti sono gratuiti.

 

 

 

 

Pubblicato in Sicilia

Le Linee Guida emanate dal Ministero del Lavoro costituiscono uno strumento di lavoro chiaro, seppure ancora in via sperimentale, a disposizione degli Enti del Terzo settore che consentirà loro di valutare l’impatto delle attività svolte e di orientare le proprie politiche e la qualità strategica del proprio operato.

“Nel documento pubblicato sono state recepite le nostre indicazioni, frutto del lavoro di un gruppo di esperti presso il Ministero del Lavoro e validato dal Consiglio Nazionale del Terzo Settore – dichiara Claudia Fiaschi, Portavoce del Forum del Terzo Settore – Abbiamo dato un importante contributo portando proposte concrete, utili a qualificare le attività delle organizzazioni di Terzo settore, non solo in termini di trasparenza, ma anche di crescita di consapevolezza del proprio ruolo. La valutazione di impatto si affianca ai bilanci sociali e agli altri strumenti di rendicontazione volti a rendere sempre più nitido l’operato degli Ets nei confronti di cittadini e stakeholders.”

“Siamo certi – conclude Fiaschi – che il nostro mondo sarà in grado di rispondere a questa sfida e di cogliere la grande opportunità offerta da questo strumento per generare e mettere in valore il proprio operato.”

 

Pubblicato in Economia sociale

Per i 30 anni della Casa Residenza per Anziani di CIDAS "Residence Service" in via dei Tigli a Ferrara, il 12 settembre 2019, la cooperativa CIDAS ha organizzato una festa coinvolgendo oltre 300 operatori, ospiti e loro famigliari, e volontari. 

Gli operatori socio sanitari e gli animatori hanno intrattenuto gli ospiti con un musical di canto e ballo e il maestro Alessandro Taddia ha proposto un repertorio di canto lirico. 

Una serata speciale che ha permesso a tutti gli intervenuti di trascorrere momenti di serenità e divertimento in compagnia, in un'atmosfera famigliare.

Durante la serata sono stati esposti i disegni realizzati dagli anziani nel corso di un laboratorio creativo, che è una della attività proposte quotidianamente, oltre a musicoterapia, proiezioni di film, tombola e letture collettive. Accanto a questi momenti ricreativi, CIDAS propone un programma terapeutico che prevede, oltre alle normali cure, anche la ginnastica dolce, sia all'interno che nel Giardino della Felicità, l'innovativo spazio terapeutico nel verde all'esterno della struttura.

Pubblicato in Diritti&Inclusione

Preparare una piadina, cucinare il pollo al curry, impastare la pizza o fare il tiramisù sono alcune delle pietanze che i ragazzi dell'associazione "I Petali Onlus" hanno imparato a preparare durante il corso di cucina rivolto a persone con lieve disabilità che si è tenuto tra febbraio e aprile a Sacile, nella sede della Casa Masci degli Adulti Scout, grazie all'ospitalità di Renata e Giuliano Petracco, responsabili della struttura.

Sei lezioni in cui i 6 partecipanti si sono messi alla prova e hanno potuto sperimentare la preparazione di alcuni piatti con l'aiuto di una maestra d'eccezione, la cuoca Paola Baldissera del Farfabruco di Pordenone, il nido d'infanzia della Cooperativa sociale Itaca. Visto il successo delle attività, il 16 settembre il via alla seconda edizione con sei nuovi incontri gratuiti rivolti ad un numero massimo di 7 persone con disabilità.

Nel corso della prima edizione, il gruppo di ragazzi, accompagnati da alcuni volontari dell'associazione e da un'educatrice di Itaca, si è impegnato in tutte le fasi della preparazione dei piatti, dalla definizione delle ricette da provare all'andare a fare la spesa al supermercato per acquistare il necessario, e poi preparare gli ingredienti, cucinare e gustare quanto preparato tutti insieme a tavola.

Spesso si è portati a pensare che cucinare insieme sia semplice, dimenticando come ciò comporti, ad esempio, il mettersi d'accordo sui compiti di ognuno, seguire i consigli e le regole date, collaborare. Nel nostro caso il "cucinare comunitario" ha comportato anche apprendere alcune tecniche di cucina, sviluppare alcune capacità di motricità fine, rispettare i tempi della cucina e degli altri compagni, insomma, un vero e proprio percorso di autonomia e di acquisizione di fiducia nelle proprie risorse personali.

Visto il successo della prima edizione, il corso verrà riproposto da metà settembre e sarà rivolto ad un secondo gruppo di persone con disabilità sempre presso la sede del Masci di Sacile. Le date sono quelle del 16 settembre, 30 settembre, 7 ottobre, 14 ottobre, 28 ottobre, 11 novembre dalle 17 alle 21. Il corso è gratuito previa iscrizione all'associazione per questioni assicurative. Per informazioni e iscrizioni contattare Graziana Modolo al 339 3183664, presidente dell'Associazione i Petali.

Il percorso, promosso e realizzato dall'associazione I Petali Onlus di Sacile assieme alla Cooperativa sociale Itaca e grazie al supporto logistico del Masci di Sacile, è finanziato dal Fondo Etico dell'Aas 5 Friuli Occidentale e proseguirà con un nuovo ciclo di incontri anche nel 2020.

 

 

Pubblicato in Friuli-Venezia Giulia

Un weekend all'insegna dell'ecologia e del rispetto dell'ambiente in compagnia dei propri amici animali. È questo lo spirito che anima la seconda edizione di Follow Your Pet (in programma il 21 e 22 settembre nel parco di Villa Montalvo, a Campi Bisenzio) ed è per questo che gli organizzatori hanno pensato di programmare, per anticipare i temi della due giorni, una mattinata di dog plogging a Firenze in collaborazione con le associazioni "Insieme per l'ambiente", "The Ploggers" e "CSEN Firenze e Prato".  

Il plogging è uno sport – sempre più diffuso – che abbina all'attività fisica (la corsa o, più semplicemente, la camminata) la raccolta dei rifiuti abbandonati lungo le strade, all'interno di parchi e in generale nelle aree urbane delle nostre città. Il dog plogging è la versione "a sei zampe", una camminata ecologica in compagnia del proprio cane. Il nostro amico a quattro zampe, ovviamente, non sarà tenuto raccogliere l'immondizia, ma sarà un piacevole compagno durante questa attività tra il ludico e l'educativo, che sta riscuotendo sempre più successo.

L'appuntamento con "Follow Your Pet and... Pulisci la città con noi!" è fissato per domenica 15 settembre alle 10 ai giardini di Campo di Marte (il ritrovo è al fontanello dei giardini un quarto d'ora prima dell'inizio della passeggiata) e per parteciparvi non c'è bisogno di nessuna preparazione, basta portare con sé un paio di guanti e un sacchetto, oltre alla voglia di rendere la città più pulita e decorosa. Alla fine della passeggiata i "ploggers" verranno omaggiati di un gadget a tema.

L'appuntamento di domenica fa da ideale preludio alla seconda edizione di Follow Your Pet, che quest'anno si svolgerà sabato 21 e domenica 22 settembre (dalle 10 alle 20) nel parco di Villa Montalvo, a Campi Bisenzio, alle porte di Firenze. I protagonisti della due giorni sono sempre gli animali, cani e gatti in primis, oltre a cavalli, rapaci e rettili, ma a differenza della prima edizione si tratterà di una vera e propria festa - a ingresso gratuito - per gli amanti degli animali e della natura. Un weekend di laboratori, gare, passeggiate, dimostrazioni, animazione e tante altre attività nelle quali coinvolgere tutta la famiglia. Dalle gare di agility dog alle prove di approccio all'acqua per il proprio cane, dall'aiuto nella gestione dell'arrivo di un gatto in casa al truccabimbi, dai laboratori creativi a tema pet all'avvicinamento al mondo del cavallo, fino ad una caccia al tesoro a tema, alle prove di obedience e agli incontri con esperti e veterinari.

Per il 2019, in linea con la crescente attenzione all'ambiente e alla sostenibilità, gli organizzatori di FYP hanno incentrato l'intera manifestazione sul rapporto uomo/natura dando una decisa svolta green, a cominciare dalla scelta della location, che ha lasciato i padiglioni della Fortezza da Basso per spostarsi in un polmone verde poco distante dal centro di Firenze. Grande attenzione ai bambini e alle loro famiglie, che sono invitati a passare un weekend diverso, conoscendo da vicino gli animali presenti o portando i propri, per educare al rispetto e alla cura, per sensibilizzare e condividere l'amore verso i pet.

 

 

Pubblicato in Ambiente&Territorio

Con le treccine non entri a scuola. E si chiudono le porte a un 12enne di Scampia che frequenta l’istituto comprensivo Ilaria Alpi - Carlo Levi del quartiere alla periferia nord di Napoli. Contro la decisione della dirigente scolastica Rosalba Rotondo è insorta la mamma del minore, sostenuta dalle mamme degli altri ragazzi e da molti cittadini che hanno accompagnato collettivamente il ragazzo a scuola.

Anche stamattina, però, è stato negato l’ingresso in classe ed è stata allertata la polizia. “La dirigente rivendica un regolamento che vieta un’estetica a base di treccine e gonne per le femmine. Di fronte alle resistenze della dirigente, però, anche la polizia non riuscita a farla desistere. Al contrario è arrivata la minaccia di un nullaosta che potrebbe allontanare lo studente dalla Levi. La mamma, intanto, promette di fare denuncia e tutto è rinviato a lunedì”. Lo racconta Monica Riccio, una della abitanti presenti con le altre persone a sostegno del piccolo studente.

Questa vicenda sembra davvero paradossale in un quartiere come Scampìa ad alto tasso di dispersione scolastica e con una nuova recrudescenza criminale: pochi giorni fa è stato ritrovato il corpo senza vita di un esponente di uno dei clan egemoni. In questo scenario è fondamentale tenere bambini e ragazzi in classe, anche con le treccine e con le gonne

Pubblicato in Campania
  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30