Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 06 Giugno 2020

Martedì, 07 Gennaio 2020 - nelPaese.it

Una determinazione statisticamente significativa di concentrazioni di anomalie elettromagnetiche nella ionosfera prima dell'accadimento di terremoti di magnitudo uguale a 5.5 o superiore, e con profondità ipocentrale fino a 50 km.

Questo il risultato più importante dello studio "Precursory worldwide signatures of earthquake occurrences on Swarm satellite data" a cura di un gruppo interdisciplinare di ricercatori dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), della Planetek Italia srl e dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) appena pubblicato sulla prestigiosa rivista Scientific Reports del gruppo editoriale Nature.

Grazie al supporto finanziario dato dall'ESA al progetto SAFE (SwArm For Earthquake study), il team guidato dall'INGV ha analizzato i dati magnetici e di plasma nella ionosfera - lo strato ionizzato dell'alta atmosfera – misurati ad una quota di circa 500 km dai tre satelliti del progetto "Swarm", la missione ESA nata per migliorare la conoscenza del campo magnetico terrestre. 

Spingendosi oltre gli scopi della stessa missione Swarm, il gruppo di ricerca ha cercato tracce "elettromagnetiche" di accoppiamento con la litosfera terrestre in occasione di grandi terremoti.  Il risultato principale della ricerca è stata una individuazione statisticamente significativa di concentrazioni di anomalie elettromagnetiche nella ionosfera prima dell'accadimento di terremoti di magnitudo uguale a 5.5 o superiore, e con profondità ipocentrale fino a 50km. 

"L'importanza di questo lavoro è duplice" – sottolinea Angelo De Santis, Dirigente di Ricerca dell'INGV e primo autore dell'articolo. "Da un lato, abbiamo potuto confermare statisticamente che, durante la fase preparatoria di un forte terremoto, esiste un accoppiamento tra la litosfera, dove accadono i terremoti, e la sovrastante ionosfera. Per un altro aspetto, poi, la legge empirica di Rikitake è stata confermata con i dati da satellite. Si tratta di una legge proposta negli anni '80 per i precursori al suolo, per cui il tempo di anticipo dei precursori dipende dalla magnitudo del terremoto: quanto più è lungo il tempo di anticipo del precursore, tanto più sarà forte il terremoto". 

"Il risultato del nostro lavoro è molto importante" conclude De Santis "ma nonostante le anomalie individuate siano statisticamente legate all'occorrenza dei terremoti, esse non permettono ancora di poter effettuare previsioni degli eventi sismici, per le quali occorre passare da un approccio statistico ad uno deterministico, cosa che richiederà ulteriori studi nel futuro."

 

Pubblicato in Ambiente&Territorio

Due nuovi instant book si aggiungono agli otto già pubblicati all’interno della collana “Le Bussole”, realizzata da CSVnet Lombardia in collaborazione con CSVnet e dedicata alle trasformazioni introdotte dalla Riforma del Terzo Settore. I due volumi - scaricabili gratuitamente - sono dedicati a “Il regime fiscale per gli enti esclusi dalla Riforma del Terzo Settore” e a “Le attività di interesse generale e le attività diverse”. Gli instant book fanno parte di un più ampio progetto editoriale che prevede la pubblicazione di 16 volumi in totale, col fine di fornire strumenti utili alla comprensione delle novità introdotte dalla Riforma.

Il volume n. 9 curato da Luca Caramaschi si concentra invece sul perimetro di quelle realtà che per vari motivi non sono state incluse nella rosa di soggetti contemplati dalla Riforma, e sul loro conseguente inquadramento fiscale.

Il volume n. 10 curato da Nataniele Gennari approfondisce un tema fondamentale per gli enti di terzo settore (Ets): le attività di interesse generale rivestono un ruolo centrale nel nuovo contesto normativo in quanto è proprio il loro svolgimento, in via esclusiva o principale, a contraddistinguere il funzionamento degli enti del Terzo settore. Le cosiddette attività diverse, definite dal Codice del terzo settore “secondarie e strumentali” (art. 6), sono quelle che “indipendentemente dal loro oggetto” gli Ets possono esercitare “per la realizzazione, in via esclusiva, delle finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale perseguite”.

Le precedenti uscite della collana sono: 1. Chi sono gli enti di Terzo Settore, 2. Per chi non è ETS: cosa succede?, 3. Le ODV prima e dopo, 4. Le APS prima e dopo, 5. Saper ricevere le donazioni, 6. Imposte indirette e tributi locali, 7. Gli statuti degli ETS, 8. Il volontario e le attività di volontariato.

Pubblicato in Economia sociale

È disponibile dal 25 dicembre 2019, in riproduzione e download su tutti i principali digital-store, il singolo “Cenere” della Scooppiati diversamente band, prodotto dalla Cooperativa H-Anno Zero e distribuito da BelieveDigital Italia.

Il singolo, che vede la collaborazione della cantautrice romana Alice Clarini, coniuga un arrangiamento pop con un testo importante che tratta del delicato e attualissimo tema della violenza di genere.

Il video, che accompagna l’uscita del singolo, ha come protagonisti gli attori Diana Notari ed Emiliano Chioffi, impegnati in prima persona in progetti sociali e benefici.

Pubblicato in Cultura
  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Gennaio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31