Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 12 Giugno 2021

Mercoledì, 10 Febbraio 2021 - nelPaese.it

L’accordo tra Euricse e Cassa Centrale Banca rappresenta la volontà del Gruppo Cassa Centrale di elaborare nuovi progetti e strategie negli ambiti della sostenibilità, della responsabilità sociale e dell’identità cooperativa, a partire dai suoi valori e principi. Per mezzo del rapporto di collaborazione con Euricse, che avrà durata quinquennale, i ricercatori di Euricse assisteranno Cassa Centrale Banca nella valorizzazione delle attività che a vario titolo si richiamano alla matrice cooperativa e alla funzione sociale riconosciuta alla Cooperazione dall’articolo 45 della Costituzione, oltre che a tutte le specificità del Gruppo Bancario Cooperativo.

Alla base dell’accordo, la necessità di implementare i rapporti e le sinergie tra territori e banche locali, soprattutto nel particolare scenario nel quale l’Italia si trova ad operare. “Quello in cui viviamo – afferma il presidente di Cassa Centrale Banca, Giorgio Fracalossi – è un contesto fortemente omologante. Occorre quindi cogliere l’opportunità di interpretare al meglio le nostre caratteristiche identitarie, fortemente incardinate nei principi cooperativi, che sono alla base del nostro agire e del nostro lavoro quotidiano. La sottoscrizione di questo accordo rappresenta per noi un valore aggiunto, anche per i riconoscimenti di livello internazionale ottenuti da Euricse nella ricerca sulle cooperative e sulle imprese sociali”.

Localismo e mutualità sono valori peculiari che hanno radici nella tradizione del credito cooperativo, la cui coerente interpretazione assume oggi un’importanza crescente. Nel nuovo contesto, infatti, il ruolo a servizio delle persone e delle comunità richiede BCC e Casse Rurali forti, solide, efficienti e organizzate, coerenti nella loro missione di lungo termine. Il rapporto tra Euricse e Cassa Centrale Banca non si limiterà però all’attività di studio indicata nel protocollo d’intesa e dedicata alla valorizzazione dei principi cooperativi. “Cassa Centrale Banca è stata tra i primi membri di Euricse – afferma il presidente Carlo Borzaga – e in questa veste ha dato un fondamentale contributo alla nascita e crescita dell’Istituto. È anche grazie a questo contributo che oggi siamo in grado di assistere il Gruppo Bancario nel definire e comunicare meglio l’identità e le specificità del credito cooperativo”.

Le attività dei prossimi anni, in virtù della collaborazione oggi siglata, saranno programmate in una logica sinergica con le progettualità di categoria, nell’ottica di promuovere a tutti i livelli i tratti distintivi della cooperazione di credito, e di vederne sempre riconosciute le peculiarità. In concreto, il programma prevede la predisposizione da parte di Euricse di supporti divulgativi funzionali a promuovere la consapevolezza della matrice cooperativa che contraddistingue il Gruppo Cassa Centrale, il contributo all’elaborazione delle strategie in tema di responsabilità sociale del Gruppo, e l’individuazione di un set di indicatori tesi a misurare l’impatto della cooperazione di credito. Il contributo quinquennale di Cassa Centrale Banca andrà anche a supporto delle attività di ricerca di base di Euricse sul mondo della cooperazione e aiuterà l’istituto a promuovere contestualmente attività dei propri studiosi in un settore nobile dell’economia, a vantaggio di tutti i portatori di interesse.

Il rapporto di collaborazione si baserà su incontri periodici tra il management, le funzioni specialistiche di Cassa Centrale Banca e i ricercatori di Euricse, per coordinare la programmazione e le attività sia ricorrenti, che rivolte a tematiche specifiche di interesse e attualità.

Pubblicato in Economia sociale

Si rivolge ai circa 20.000 dipendenti delle 400 cooperative associate a Legacoop Romagna, ma è già aperto a tutto il tessuto economico romagnolo: è Welfare.Coop, il nuovo portale di welfare aziendale che Legacoop Romagna ha promosso insieme ad Assicoop Romagna Futura, UnipolSai (di cui Assicoop è agente in Romagna) e Federcoop Romagna, la società di servizi del movimento cooperativo nelle province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.

Ma cos’è il welfare aziendale? Con tale espressione si intende l’insieme delle erogazioni e prestazioni che un'azienda riconosce ai propri dipendenti con lo scopo di migliorarne la vita privata e lavorativa, al di fuori della retribuzione ordinaria. Si tratta di benefit che hanno una tassazione privilegiata, con un vantaggio sia per il lavoratore che per il dipendente.

Nel concreto il portale Welfare.Coop mette a disposizione un ricco paniere di beni e servizi dedicati a svago, divertimento, viaggi, formazione, editoria, salute, benessere, previdenza e molto altro, contrattati in forma collettiva. Il lavoratore li può acquisire attraverso il credito welfare che l’azienda mette a sua disposizione, ottenendo un duplice beneficio di convenienza e trattamento fiscale. Attraverso un sistema di intelligenza artificiale la piattaforma apprende le preferenze dell’utente e propone alternative sempre nuove.

«In sintesi - spiega il presidente di Legacoop Romagna, Mario Mazzotti — il Welfare aziendale per i dipendenti significa esenzione da alcune  imposte e contributi, maggior potere d'acquisto, più bilanciamento tra vita privata e lavoro. Per l’impresa rappresenta invece un’opportunità per ridurre i costi, garantendo soluzioni personalizzate e premi di produzione capaci di rendere i propri dipendenti più motivati. Ma per Legacoop Romagna — prosegue Mazzotti — il Welfare aziendale significa molto di più: significa estendere i principi del mutualismo cooperativo alle comunità, rafforzare le reti di coesione sociale e le relazioni tra imprese e territorio. Siamo orgogliosi di questo progetto anche perchè Welfare.Coop è il primo portale attivato in ambito nazionale per il mondo Legacoop».

«La relazione con il territorio, con le persone e le imprese, è uno dei nostri valori fondamentali», dice l’amministratore delegato di Assicoop Romagna Futura, Maurizio Benelli. «In questa logica abbiamo profuso le nostre energie perché per il sistema Legacoop venisse strutturata una offerta nell’ambito del welfare aziendale che fosse specifica ed al servizio di questo territorio, delle imprese e, soprattutto del movimento cooperativo. Abbiamo ritenuto, fin dal principio, che il valore da mettere in campo fosse un corretto connubio fra i vantaggi che questo sistema di servizi per i dipendenti  con le professionalità e le competenze che il mondo Legacoop mette a disposizione di tutti i residenti del nostro territorio. Questo sfruttando anche l’esperienza e gli investimenti che il gruppo Unipol da tempo sta sviluppando nell’ambito delle proprie attività e che nel piano industriale 2019/ 2021 ha visto un processo di grande ulteriore impegno per dare risposte a specifiche esigenze anche in questo ambito».

Pubblicato in Lavoro
  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Febbraio 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28