Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 20 Settembre 2019

Il presidente dell'Alleanza delle cooperative italiane di Bologna, Massimo Mota, e i copresidenti, Rita Ghedini e Daniele Passini, hanno inviato una lettera aperta ai candidati alle prossime amministrative. Oltre al riconoscimento del valore della cooperazione per l'economia e la coesione sociale, l'Alleanza delle cooperative italiane di Bologna chiede ai candidati un impegno concreto su quattro punti: sviluppo sostenibile, infrastrutture, progettazione di un sistema di welfare inclusivo e qualità del lavoro a partire dall'abolizione di ogni forma di massimo ribasso negli appalti pubblici.

Nel territorio metropolitano di Bologna la cooperazione realizza il 24% della produzione e occupa il 13 % dei lavoratori.

"Negli anni della crisi, le cooperative hanno aumentato l'occupazione e contribuito alla coesione sociale del territorio. Chi si candida non può essere indifferente al fatto che le cooperative non delocalizzano, reinvestono sul territorio tutto quanto possibile e rendono disponibile alle generazioni future il patrimonio creato - dichiarano Mota, Ghedini ePassini - Ai candidati chiediamo di tenere in conto di quelle che consideriamo nostre priorità, ma che sono temi di interesse per uno sviluppo di qualità dell'intero territorio. A cominciare dalla sostenibilità, dall'integrazione, dal welfare inclusivo e responsabile attento alle trasformazioni demografiche in corso".

“Sono soltanto pochi elementi – scrivono nella lettera aperta i leader delle centrali cooperative bolognesi - con cui abbiamo voluto rappresentare il profilo delle nostre priorità, sulle quali auspichiamo di poterci confrontare. Si parla poco e spesso superficialmente di cooperazione, ci tenevamo quindi a sensibilizzare con queste poche righe i candidati.  Rubiamo pochi minuti ma tentiamo di trasmettere il senso di una grande storia, di un grande presente e di una altrettanto grande fiducia nel futuro”.

E chiudono la missiva mostrando disponibilità a un pieno confronto: “stia certo che troverà interlocutori attenti e capaci di avanzare buone proposte per il territorio, per la collettività, per il lavoro e per la qualità della vita”.

 

 

 

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Settembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30