Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 20 Agosto 2019

In un articolo di due settimane fa si era descritto lo stato in cui versa il nuovo Ospedale del Mare a Napoli. E si faceva riferimento alla crisi nera della sanità campana tra scandali, liste di attesa, barelle e gravi condizioni igieniche.

Domani la Consulta popolare salute e sanità ha convocato una protesta sotto la sede della Giunta regionale in via Santa Lucia alle ore 11: “le strutture sanitarie – scrive la Consulta in una nota - sono costrette dall'alto a una morte lenta con il chiaro obiettivo di rendere il pubblico impresentabile per favorire il privato e di tenere aperti strutture e reparti del settore pubblico che rappresentano interessi clientelari.I nostri ospedali sono guidati da dirigenti non titolati, non all’altezza, cooptati dalla politica del malaffare, pertanto ricattabili,e per questo garanti esclusivamente degli interessi dei loro ‘benefattori’ affaristi e speculatori, anziché della salute dei cittadini e i diritti dei lavoratori della Sanità”.

Ma le tensioni non finiscono. Anche sul fronte dei lavoratori è prevista l’agitazione. L’assemblea del 13 dicembre ha indetto uno sciopero generale regionale degli operatori dell’Asl Napoli centro per il prossimo 18 gennaio:  “per la inadempienza assistenziale verso i cittadini, nonché le reiterate mancanze di attribuzioni dei diritti dei lavoratori, sia pregresse da anni, che in merito al dettato dell’ultimo contratto collettivo nazionale 2016-2018, quanto in ordine a disposizioni, dettati e decisioni unilaterali degli ultimi mesi, abbiamo deciso di declinare qualsiasi invito ad incontri promossi da questa Azienda; a tutela della salute in questa città, di coinvolgere, oltre ai lavoratori, i Cittadini, le Istituzioni, le Municipalità, le Associazioni, i Comitati, tutte le Forze Sociali e la Stampa”.

Inoltra promuovono “lo Stato di Agitazione di tutto il personale del comparto e di investire il Prefetto di Napoli, per istituire un tavolo, nell’intento di informare il Commissario di Governo sull’angoscioso stato dell’assistenza Sanitaria in questa Città, e le drammatiche condizioni in cui versano gli ospedali e i distretti territoriali aziendali, sia in termini strutturali, che in deficit di risorse umane, chiedendo, a quel tavolo, le inevitabili dimissioni dell’intero quadro del Management Aziendale dell’Asl Napoli 1 Centro”. 

Siamo di fronte a uno scenario molto teso e molto grave per la salute dei cittadini. Una realtà esattamente opposta a quella che viene raccontata da chi amministra la sanità pubblica in Campania. 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Agosto 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31