Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 03 Aprile 2020

La cooperativa sociale CIDAS, impegnata assieme all’Istituto Einaudi di Ferrara nella formazione degli studenti per ottenere la qualifica di “Operatore Socio Sanitario” (O.S.S.), si congratula con le studentesse e gli studenti che il 16 gennaio, presso l’aula magna della scuola, hanno ricevuto gli attestati al termine del percorso.
Alla cerimonia di consegna, presenziata dalla dirigente scolastica Marianna Fornasiero, hanno partecipato insieme ai docenti, agli studenti coinvolti e alle loro famiglie, anche Lorenza Passarini e Simone Vincenzi del Servizio Interaziendale Formazione e Aggiornamento dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria S. Anna di Ferrara, e Anna Baldoni, Responsabile del Settore Anziani di CIDAS.

Per CIDAS operare per il bene di un territorio, significa anche mantenere forte il legame tra mondo della scuola e mondo del lavoro, mettendo la propria competenza ed esperienza al servizio della formazione delle nuove generazioni.
“L’ambito lavorativo dell’assistenza e della cura delle persone anziane ha grande bisogno di giovani appassionati e motivati come voi, e per qualcuno è già iniziata un’esperienza lavorativa vera e propria in CIDAS, a testimonianza dell’utilità di questo percorso assieme”, ha detto Baldoni ai ragazzi dell’Einaudi.

Il diploma di Operatore Socio Sanitario è un titolo ulteriore, oltre al vero e proprio Diploma di Maturità, che gli allievi dell’Einaudi, iscritti ai Servizi per la Sanità e l’Assistenza Sociale, possono ottenere a conclusione del loro ciclo di studi, dopo aver seguito un adeguato iter formativo. Il percorso, che si conclude con l’esame di qualifica per il conseguimento della certificazione regionale per O.S.S., dura complessivamente 1.000 ore, di cui 550 in aula e 450 di stage nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie o socio-assistenziali della nostra Provincia.

La collaborazione tra CIDAS e l’istituto Einaudi, in essere dall’anno scolastico 2016/17, è il frutto di una volontà comune di collaborare per la preparazione di una figura professionale centrale nell’attività di assistenza e cura della persona, capace di migliorare l’assistenza alla persona non autosufficiente nelle attività di vita quotidiana, in ospedale come a domicilio del paziente o nelle residenze, grazie al supporto di operatori adeguatamente preparati che siano presenti vicino alla persona per aiutarla a lavarsi, vestirsi, mangiare, assumere una posizione comoda e sicura nel letto, camminare: tutti interventi che non necessitano espressamente di una competenza di tipo infermieristico ma il cui svolgimento quotidiano permette di evitare serie complicanze - dalle lesioni da compressione all’isolamento sociale - e, più in generale, un progressivo aggravamento delle condizioni della persona, specie se anziana e confinata a letto.

Una convenzione ha regolato il rapporto tra l’istituto e la cooperativa condividendo un impegno comune a “progettare e attuare congiuntamente, tramite i propri esperti, le azioni formative secondo il quadro di riferimento costituito dagli standard professionali della qualifica, gli standard formativi dei corsi e gli standard di certificazione delle competenze acquisite, e progettare e realizzare lo stage”.

L’esperienza formativa ha favorito la preparazione degli allievi facilitandone l’inserimento e mettendoli in condizione di realizzare una valida esperienza di approccio alla realtà produttiva in conformità con gli obiettivi dell’iniziativa.

Le attività previste dal percorso formativo regionale si sono svolte presso le aule didattiche dell’istituto scolastico e sono state rivolte agli alunni delle classi 3S, 4V, 5T, vedendo coinvolti i coordinatori CIDAS nello sviluppo dei moduli didattici su: “Progettazione di interventi socio-sanitari nei diversi servizi sul territorio”, “Principali tecniche di animazione”, “Tecniche comunicative in relazione alle condizioni dell’utenza” e “Profilo professionale dell’OSS, la rete dei servizi per le diverse tipologie d’utenza, i piani assistenziali/educativi/riabilitativi”. Inoltre i ragazzi hanno potuto svolgere 250 ore di tirocinio nelle case residenza per anziani che la cooperativa gestisce in tutto il territorio di Ferrara, potendo mettere in pratica le nozioni apprese sotto la supervisione di personale esperto.

 

 

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Aprile 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30