Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 20 Maggio 2019

In data 27 giugno 2017 il Gip del Tribunale di Pordenone ha disposto l’archiviazione del “procedimento avviato sulla base dell’esposto della scrivente associazione, riguardo ad una serie di fatti riguardanti gli affidamenti di lavori ad una cooperativa trevigiana, “I Tigli 2” di Gorgo al Monticano.

“Non entriamo nel merito delle decisioni della Magistratura riguardanti la persona – dichiara Gigi Bettoli, responsabile Legacoosociali Fvg - anche se ci permettiamo di notare l’incongruenza tra la motivazione assolutoria, basata sul fatto che «il rapporto di lavoro che legava il dott. Ciriani alla cooperativa […] era un contratto di lavoro a progetto”, pertanto […] non era formalmente investito di funzioni gestionali nell’ambito della cooperativa» con l’evidenza, negli atti pubblici, che lo stesso dal «2014→oggi [è ] Impiegato Commerciale – Componente Consiglio di Amministrazione I Tigli 2 […]» e che sulla sua pagina facebook egli si descrive come «responsabile commerciale presso» la stessa cooperativa”.

“Riteniamo invece importante che l’inchiesta della Guardia di Finanza abbia confermato in pieno quanto da noi denunciato (rilevando anzi aspetti che non conoscevamo) – aggiunge Bettoli - e già riportato dalla stampa. Ora starà agli organi amministrativi, in primo luogo la Regione, decidere come proseguire con convenzioni di cui è stata appurata la dubbia esistenza dei presupposti. In estrema sintesi, ricordando quanto fu scritto allora sulla stampa locale: avevamo «realizzato una lunga inchiesta sui conflitti di interesse di Alessandro Ciriani, tra l'autunno 2014 e l'estate [2015]»”.

L’azione nasceva dal fatto che “la nostra associazione aveva sottoscritto «una convenzione tra Provincia ed associazioni imprenditoriali e della cooperazione, per l'attivazione di uno strumento per l'inserimento lavorativo dei disabili. Trattasi della cosiddetta "convenzione triangolare", con cui le aziende private possono assolvere ad una quota (minimale) di assunzioni obbligatorie di disabili conferendo attività economiche a cooperative sociali”.

“Ad attivare la nostra curiosità, con una dichiarazione-boomerang – conclude Bettoli - fu proprio uno dei funzionari segnalati nell’esposto alla Procura della Repubblica di Pordenone, presentato nell'agosto [2015]. Esposto nel quale si è indicato sia il percorso logico, che la documentazione raccolta, che raggiunge il complesso di 96 pagine. La sintesi, molto semplificata, è che il Presidente della Provincia Alessandro Ciriani affidava attività economiche ad una cooperativa di cui il commerciale per la provincia di Pordenone era Ciriani Alessandro»”.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Maggio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31