Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 29 Febbraio 2020

La Bassa friulana ricorda le vittime di tutte le atrocità commesse dal nazifascismo nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Parte il 25 gennaio da Porpetto e Sagrado il ciclo di 13 eventi destinati a oltre 700 studenti della Bassa friulana e dell’Isontino.

Otto giornate sino all’8 febbraio con appuntamenti e riflessioni in 10 Comuni del territorio, incontri anche a Bagnaria Arsa, Latisana, San Giorgio di Nogaro, Torviscosa, Carlino, Palazzolo dello Stella, Muzzana del Turgnano e Ronchis. Coinvolte 8 scuole del territorio tra elementari medie. In programma proiezioni, laboratori, spettacoli, letture, visite, passeggiate della memoria: speciali testimonial saranno Tamara Candotto figlia di Mario deportato a Dachau, Massimiliano Degenhardt figlio del deportato Enrico morto a Buchenwald, e i fratelli Romano e Giampaolo Piccoli che racconteranno la storia della loro zia Amalia e nonna Elvira, entrambe morte nel Campo di sterminio di Auschwitz. La rassegna è a cura dei Centri di aggregazione giovanile della Bassa Friulana – Agro Aquileiese e Isontino gestiti dalla Cooperativa sociale Itaca, e conferma il positivo proseguimento di progettualità trasversali con i Centri giovanili e i Consigli comunali dei ragazzi dei Comuni dell’Uti “Riviera Bassa Friulana” (Carlino, Latisana, Muzzana del Turgnano, Porpetto e San Giorgio di Nogaro), dell’Uti “Agro Aquileiese” (Torviscosa e Bagnaria Arsa) e dell’Uti “Carso – Isonzo – Adriatico” (Sagrado).

Ricco il calendario per la “Giornata della Memoria” con appuntamenti dal 25 gennaio all’8 febbraio: ben 13 gli eventi previsti con il coinvolgimento di una decina di servizi gestiti dalla Cooperativa sociale Itaca presenti in altrettanti Comuni friulani, 8 scuole tra primarie e secondarie di primo grado coinvolte e oltre 700 gli studenti pronti a partecipare. Una vera e propria rassegna elaborata dall’equipe di educatori Itaca dei Centri di aggregazione giovanile di Carlino, Latisana, San Giorgio di Nogaro, Muzzana del Turgnano, Porpetto, Sagrado e Torviscosa, e della Comunità educativa diurna per minori Tal Grim di Ronchis. Previsti appuntamenti nei Centri giovani e in luoghi pubblici messi a disposizione dalle Amministrazioni comunali.

Il programma

Si parte sabato 25 gennaio alle 16 al Centro civico di Sagrado con un laboratorio sulla memoria elaborato dai ragazzi del Gruppo giovani Sagrado e con la progettazione condivisa di una visita ai luoghi della memoria del territorio, prevista anche la proiezione di un video sul tema della Shoah. Sempre il 25 gennaio alle 18 al Centro giovani Il Muretto di Porpetto proiezione de “La stella di Andra e Tati” e dell’intervista alle sorelle Andra e Tatiana Bucci, a seguire riflessione con i ragazzi.

Domenica 26 gennaio alle 17.30 nella Sala Lascito P. Dal Dan a Bagnaria Arsa lo spettacolo “Zakhor. Se comprendere è impossibile. Parlarne è necessario” a cura di coro Polivoice di Aquileia e Uscfud – Unione Società Corali della Provincia di Udine, introduzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze.

Lunedì 27 gennaio al Teatro Odeon di Latisana i 400 studenti della scuola primaria e scuola secondaria di primo grado di Latisana alle 10 parteciperanno all’esecuzione di brani musicali e di letture a cura, alle 11 ascolteranno le testimonianze di Tamara Candotto, figlia di Mario deportato a Dachau, e di Massimiliano Degenhardt, figlio di Enrico morto a Buchenwald.

Sempre il 27 gennaio alle 15.30 al Centro giovani Spassatempo di San Giorgio di Nogaro poesie e brani per una riflessione sul tema della Memoria e dell’indifferenza di ieri e oggi. Mentre alle 16 appuntamento alla Comunità Tal Grim di Ronchis con i ragazzi, sarà un pomeriggio di riflessioni sul tema della memoria con anche la visione di un docufilm.

Martedì 28 gennaio alle 11 alla scuola secondaria di primo grado di Torviscosa visione di un docufilm sulla “Giornata della Memoria” e sulla risiera di San Sabba. A seguire il laboratorio “Cosa, secondo te, l’umanità non dovrebbe mai dimenticare?” e la lettura di alcuni passi del testo “Auschwitz è di tutti” di Marta Ascoli.

Giovedì 30 gennaio alle 16.30 al Centro giovani di Latisana proiezione di video e riflessioni con i ragazzi.

Lunedì 3 febbraio alle 10 all’Auditorium San Zorz di San Giorgio di Nogaro lo spettacolo “L’Arte dietro il filo spinato” a cura di Michele Andreola, guida italiana del Campo di sterminio di Auschwitz. Parteciperanno gli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Porpetto, San Giorgio di Nogaro e Torviscosa.

Sempre il 3 febbraio alle 10 all’Istituto comprensivo Università Castrense di Palazzolo dello Stella la testimonianza dei fratelli Romano e Giampaolo Piccoli, che racconteranno la storia della loro zia Amalia e nonna Elvira entrambe morte nel Campo di sterminio di Auschwitz. Parteciperanno i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado di Marano Lagunare, Muzzana Del Turgnano, Carlino e Palazzolo dello Stella.

Ancora il 3 febbraio alle 17 a Carlino al Centro giovani La banda di mio cugino proiezione de “La stella di Andra e Tati” e dell’intervista alle sorelle Andra e Tatiana Bucci. A seguire riflessione con i ragazzi.

Mercoledì 5 febbraio alle 16 al Centro giovani Stanzute di Muzzana del Turgnano proiezione di video e riflessioni con i ragazzi. La chiusura della rassegna è prevista sabato 8 febbraio a Trieste, con la visita alla Risiera di San Sabba da parte degli studenti della scuola secondaria di primo grado di Torviscosa.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Febbraio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29