Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 20 Giugno 2019

Startup, intelligenza artificiale, imprese digitali, idee innovative per una industria tecnologica “sociale” pensata per migliorare il benessere e la qualità di vita di bambini e adolescenti. È la prossima avventura di Giffoni Innovation Hub – creative agency ispirata e promossa da Giffoni Experience – che svilupperà progetti nell'ambito del social impact investing con startup e iniziative di open innovation in collaborazione con aziende della kids industry, aprendo nuove forme di partnership. 

L’annuncio sarà fatto durante la tavola rotonda aperta al pubblico dal titolo “Kids and Tech Industry: Innovation, Startups and Social Impact Projects”, promossa da Giffoni Innovation Hub (giffonihub.com) domani giovedì 4 aprile alle 16 all’Agorà del Museo Ferroviario di Pietrarsaall’interno di Innovation Village, la rassegna per l’innovazione imprenditoriale organizzata da Knowledge for Business.

“La Round Table sarà l’occasione per annunciare la prossima mission di Giffoni Innovation Hub: sviluppare attività, startup e iniziative imprenditoriali a carattere sociale per il miglioramento della vita di ragazzi e bambini – spiega Luca Tesauro, Ceo di Giffoni Innovation Hub - la tecnologia non può prescindere da una maggiore sensibilità sociale, soprattutto quando destinata alle nuove generazioni. Il progetto rientra anche nelle strategie promosse e realizzate dall'assessore all’Innovazione, Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania Valeria Fascione per la creazione di nuovi processi di open innovation sulla piattaforma regionale, coinvolgendo aziende della kids industry".

Parteciperanno all’appuntamento, oltre a Luca Tesauro, Ceo di Giffoni Innovation Hub: Alberto Tozzi, Responsabile dell’Unità di Medicina Digitale e Telemedicina dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Graciana Diez-Roux, direttore dell’Ufficio Scientifico del Tigem (Istituto Telethon di Genetica e Medicina), Antonello Bartiromo, Ceo di dPixel. Moderatore: Amleto Picerno Ceraso, Ceo di Medaarch.

“La tecnologia – precisa Alberto Tozzi, Responsabile dell’Unità di Medicina Digitale e Telemedicina dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – è per noi uno strumento per avvicinare due aree oggi distinte: la cura in senso clinico e la cura in senso sociale, il benessere fisico e il benessere socio-relazionale, partendo dall’accesso alle risorse e ai servizi: penso alla telemedicina che vede l’Italia indietro rispetto ad altri paesi europei ma soprattutto all’inserimento in ospedale di differenti competenze, necessarie per garantire una innovazione più concreta, come il passaggio dalla semplice pubblicazione scientifica di un’ottima idea allo sviluppo di una startup o di una impresa di successo”.

“Fondazione Telethon - commenta Graciana Diez-Roux, direttore dell’Ufficio Scientifico del Tigem, l’Istituto Telethon di Genetica e Medicina - fa ricerca e innovazione nel proprio ambito da sempre, dando speranza di vita ai bimbi affetti da malattie genetiche rare, soggetti tra i più bisognosi di attenzione e cura. I ragazzi di oggi saranno i decisori e i donatori di domani, di conseguenza è per noi fondamentale fare in modo che i giovani si aprano con curiosità e consapevolezza all’innovazione e alla solidarietà”.

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Giugno 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30