Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 21 Febbraio 2019

Le storia di Hannah e Jacob, da vittime di sfruttamento e violenze a protagonisti del loro riscatto ospiti del concerto delle Mujeres Creando. Ci sarà anche il racconto dei nostri tempi al concerto per il compleanno del primo disco della band tutta al femminile Mujeres Creando che si terrà sabato 26 gennaio al Salone delle Arti Pignatelli.

Hannah canterà con la leader del gruppo, Assia Fiorillo, una canzone che affronta il tema della violenza di genere e allo stesso tempo della forza di rialzarsi (Me and a gun di Tori Amos). Jacob arricchirà con le percussioni ed il suo stile afro la sezione ritmica nei brani inediti del disco indipendente, realizzato grazie al crowdfunding che ha avuto uno straordinario successo di vendite.

I due ragazzi poco più che ventenni, nel loro paese, la Nigeria, prima che la povertà e le violenze li spingessero alla migrazione, sognavano un lavoro da musicisti. Le Mujeres Creando, attraverso il loro concerto proveranno a portare una testimonianza del loro impegno civile raccontando inoltre la bellezza dello stare insieme e dell’incontro musicale nelle performance con i due ragazzi che vivono in un centro di accoglienza nel napoletano (uno di quelli ancora aperti), in attesa che gli venga riconosciuto il diritto d’asilo.

Il concerto è la giusta conclusione di un anno tutto all’insegna del coraggio di prendere posizione contro le politiche razziste e discriminatorie del nostro paese e della necessità di mettere la musica al servizio della società civile. Quello delle Mujeres Creando è stato un percorso coerente, dal “Premio VxL” di Amnesty International dove, durante l’esecuzione del loro brano “E je parlo ‘e te”, decisero di leggere un elenco delle vittime di omofobia, fino al concerto per la manifestazione di Campagna “Questa Lega è una vergogna” nei giorni in cui, come accade anche oggi, le navi con a bordo centinaia di migranti erano bloccate nel Mediterraneo.

Diverse sono state le tappe in giro per l’Italia dove “Le stelle sono Rare” ha riscosso sempre grande successo di pubblico. La vocazione internazionale della band si ripropone con la presenza di Simona de Rosa, reduce da un importante tour in Cina. De Rosa, che ha calcato le scene dei teatri di mezzo mondo (Europa, America, Asia), duetterà con le Mujeres sia su brani inediti che su alcuni classici.

Il disco “Le stelle sono rare”

Dal nouveau tango al gipsy jazz, alla contemporanea world music, fra le note delle Mujeres Creando si sente la dolcezza della morna di Cesaria Évora, ma anche la raffinatezza di Caetano Veloso o l’intensità di Susana Baca. Non mancano i riferimenti della grande canzone d’autore italiana, prima di tutti di Fabrizio De André con le sue Anime salve. Ma anche, perchè no, di Vinicio Capossela, Avion Travel e Pino Daniele. E di certa tradizione mediterranea. Mentre gli arrangiamenti risentono dei profondi ascolti della tradizione francese, in alcuni casi di certo kletzmer alla Bregovich.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Febbraio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28