Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 07 Dicembre 2019

Si è chiuso a Roma il 104° Congresso Nazionale della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT). Una quattro giorni di lavori che ha riunito nella Capitale l’eccellenza dell’ortopedia italiana. Sotto la guida dei Presidenti Pietro Ruggieri e Claudio Zorzi e dei vice Presidenti Araldo Causero, Bruno Magnan e Alberto Momoli, gli ortopedici si sono confrontati su numerose ed interessanti tematiche.

Un congresso dai numeri impressionanti: 2.689 i partecipanti, con 1.372 iscritti; 453 i relatori, 213 i moderatori, 224 le ore formative, 139 le sessioni scientifiche. In merito ai lavori presentati, sono stati 562 gli abstract e 707 le relazioni.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati di questo Congresso – dichiara il Professor Francesco Falez, Presidente della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia -. La numerosità delle sessioni, dei partecipanti e dei lavori condivisi dimostrano la grande vitalità dell’ortopedia in Italia, pronta a rispondere alle sfide delle innovazioni tecnologiche del prossimo futuro che stanno rivoluzionando la nostra disciplina, a beneficio di una migliore qualità di vita dei pazienti”.

Nel corso del congresso capitolino l’Assemblea dei soci ha approvato la polizza assicurativa ‘SIOT SAFE’, il primo sistema di protezione collettivo per gli ortopedici realizzato con Aon e Generali Italia. “Questa decisione rappresenta un momento di svolta per la nostra Società – aggiunge il Professor Falez -.  Per la prima volta, infatti, noi ortopedici avremo a disposizione un programma di tutela assicurativa che ci garantisce al massimo nei confronti delle compagnie assicurative e nelle richieste risarcitorie ed inoltre è uno sguardo al futuro per i nostri giovani”.

Gli ortopedici della SIOT si riuniranno nuovamente a Roma, dal 5 all’8 novembre 2020, per la 105esima edizione del proprio Congresso Nazionale che confermerà e amplierà il format adottato quest’anno per un confronto a 360° su tutti i temi legati all’ortopedia e la traumatologia. Inoltre, sarà dato ampio spazio all’interattività con i colleghi più giovani ed a tematiche di confronto con specialità affini, tra le quali la reumatologia e la fisiatria.

Tra le principali tematiche del Congresso di Roma si è discusso di oncologia, protesi e infezioni. Due le sessioni di Chirurgia oncologica e trattamenti innovativi delle metastasi ossee, mentre una è stata dedicata al tema ‘3D printed implant in revision surgery’. Moderatore: Pietro Ruggieri, Presidente del Congresso.

Nell’ambito del tema oncologico - uno dei due temi preminenti del Congresso SIOT di quest’anno - gli aspetti più interessanti sono stati rappresentati dalle presentazioni di Simposi con Società Oncologiche Internazionali. In particolare: uno con ISOLS (International Society of Limb Salvage - https://isols.com), dedicato alle più moderne tecniche di ricostruzione in oncologia muscoloscheletrica; uno con EMSOS (European Musculo-Skeletal Oncology Society - https://emsos.org/), dedicato ai progressi nel trattamento, che comprendono anche aspetti chirurgici. Più in generale, per quanto attiene al tema oncologico, i concetti e gli aspetti più moderni affrontati in ambito congressuale hanno riguardato le nuove tecniche ricostruttive con 3D Printing costruiti su misura; il ruolo e l’importanza dell’ortoplastica (assidua collaborazione fra chirurgo plastico e chirurgo ortopedico) e dell’utilizzo dei diversi possibili lembi nel trattamento dei tumori muscoloscheletrici; le novità nel trattamento delle metastasi scheletriche, con particolare riferimento al nuovo concetto di oligometastasi, per le quali una terapia combinata ed una chirurgia più aggressiva possono offrire prospettive di guarigione o di prognosi molto migliore con lunghe sopravvivenze.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31