Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Venerdì, 14 Dicembre 2018

Pamela e Jessica, due storie nel fondale di odio e barbarie. Due ragazze lontane, la prima nella provincia marchigiana e la seconda nella metropoli milanese. Una 18 anni e l’altra 20, così distanti ma anche così vicine nel disagio e nella fragilità. Sono rimaste quasi ai margini della cronaca di questi giorni. Nemmeno la  parola “femminicidio”, spesso usata come titolo, è circolata molto per testimoniare le cause di morte e omicidi feroci.

Pamela, 18 anni e i suoi problemi con la droga. Il tentativo di uscirne con l’ingresso nella comunità di Corridonia. Pamela lungo la sua strada ha trovato maschi. Il primo le ha dato 50 euro per un rapporto sessuale, gli altri la droga e poi l’accanimento sul suo corpo che l’esame tossicologico dirà se spento a causa di un overdose dopo 3 mesi di astinenza. Pamela e “la spinta ad aiutare gli altri”, il ragazzo con i problemi di dipendenza che hanno poi coinvolto anche lei. Fragilità, disagio di un giovanissima donna appena 18enne. La sua morte non ha interrogato gli adulti e soprattutto i “maschi”, anzi. Un altro “maschio”, intriso di idiozia fascista, voleva vendicarla senza sapere nulla di lei e della sua morte. Con quella stessa violenza che Pamela ha subito.

Jessica, 20 anni e quel suo bambino che non poteva crescere. Lei che era stata tolta dai genitori e poi dalle famiglie affidatarie. Nemmeno le comunità protette sono riuscite a trattenerla, come racconta oggi il Corriere della Sera. Jessica che aveva risposto a quell’annuncio di una stanza finendo, a sua insaputa, nella stessa casa di un uomo sposato con l’ossessione delle ragazze. Il tranviere che le ha inferto la coltellata e poi ha tentato di bruciarla.

Due ragazze con disagio e fragilità. Vittime dei maschi e della solitudine di un Paese che non cura più il suo presente né il suo futuro. Un Paese che non difende i più deboli, i poveri, non difende i bambini e i giovani, non considera le donne nella pari dignità. Un Paese dove si muore e non si nasce più, che si svuota arrendendosi alla barbarie di questi crimini e di quelli di un’idea fascista che ritorna.

Pamela e Jessica, il rispetto per la loro memoria è restare umani. E difendere sempre e ovunque i più deboli e i fragili dalla mano criminale e da qualsiasi forma di potere.

 

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31