Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Giovedì, 21 Febbraio 2019

Sono 25 anni di cooperazione sociale: Camelot di Reggio Emilia ha festeggiato questo traguardo con un evento aperto alla comunità. Lo scorso 15 dicembre, il Camelot Bistrot ha fatto da cornice ad un’iniziativa a cui hanno preso parte soci, rappresentanti delle istituzioni, stakeholder, amici vecchi e nuovi.

Al dibattito sul valore di questa forma di impresa, votata all’inclusione, sono intervenuti Matteo Sassi, vicesindaco di Reggio Emilia, Ettore Rocchi, vicepresidente di Iren, Carlo Possa che con Legacoop contribuì alla nascita della cooperativa e Paolo Conti di Dana Motion Systems, a dimostrazione che pubblico, cooperazione e privato possono collaborare con reciproci benefici.

Ciò che è emerso dalla tavola rotonda moderata da Loretta Losi, responsabile settore sociale di Legacoop Emilia Ovest, è che le cooperative sociali di tipo B garantiscono un’opportunità di rinascita e di dignità lavorativa a persone in difficoltà; contribuiscono inoltre al welfare favorendo la produttività a discapito dell’assistenzialismo.

Nell’occasione è stato proiettato un video suggestivo con i volti e i numeri della cooperativa sociale radicata nel territorio reggiano. Negli anni dalla sua fondazione ha dato un’opportunità di lavoro a oltre 700 persone di cui il 55% rientra nella legge 381/91 che regola le attività di integrazione socio-lavorativa. Oggi conta 156 lavoratori, per la maggior parte soci. Sviluppa 3,2 milioni euro di fatturato operando in dodici settori di attività, di cui i principali sono igiene ambientale, pulizie civili e industriali, servizi bibliotecari.

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Febbraio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28