Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 23 Gennaio 2019

Dopo 2 anni di attesa sul Parco Archeologico di Centocelle, cittadini e Comitati si sono presentati ieri dall’Assessore Montanari per chiudere il conto sulle promesse fatte. Ordinanze, mozioni, commissioni di Giunta e tutto è rimasto solo sulla carta. “Due anni – dichiarano i comitati - in cui non ci siamo mai sottratti – né Pac Libero né Cinecittà Bene Comune – a partecipare ai tavoli di discussione e alle commissioni, fino ad arrivare a eseguire – grazie alla collaborazione di A Sud Onlus – in autonomia e con budget privato indagini sulla contaminazione del suolo del PAC”.

Allo stato attuale ci sono 126 ettari destinati a verde pubblico da bonificare perché contaminati e da consegnare ai cittadini con le sue Ville Romane, la cui importanza è seconda a Roma solo ai Fori Imperiali, che “viene invece lasciato alle discariche a cielo aperto, allo smaltimento illegale di rifiuti da cui roghi tossici pressocchè quotidiani, sito ad uso di attività di autodemolizione la cui delocalizzazione ha registrato un nulla di fatto”.

Un Parco, istituito per innalzare la quota verde pro capite prevista per legge per i cittadini di Roma Est, da risorsa (verde, economica, di salute, archeologica e naturalistica) sta diventando un rischio per la salute pubblica di Roma est.

“E’ arrivato il tempo delle risposte, concrete e fattive.Vogliamo sapere: se esiste un cronoprogramma compatibile con la prossima chiusura di bilancio 2018 per l’acquisizione definitiva da parte del Comune di Roma della proprietà del PAC, quale atto propedeutico a tutte le attività successive necessarie sul PAC; quanto questa Giunta intende stanziare nel bilancio 2019 per la bonifica del Parco, ormai improcrastinabile; come intende l’Assessorato Ambiente di Roma Capitale evitare che i 5.000.000 di euro stanziati per il PAC dalle precedenti amministrazioni vadano persi (fondi stanziati per la realizzazione del II lotto di Parco e la musealizzazione delle Ville Romane)”.

“Davanti alla prolungata inerzia di questa Giunta capitolina e dell’Assessorato Ambiente – concludono Pac Libero e Cinecittà Bene Comune - la maschera di mistificazione dei fatti, promesse vane e disattese, indifferenza alle problematiche di quasi 300.000 romani si sta sciogliendo. Siamo davanti al fallimento totale delle politiche della Giunta capitolina sul Parco Archeologico di Centocelle.Se non avremo entro pochi giorni garanzia di stabilità sui fondi già stanziati e non ci torneranno i numeri di bilancio, scenderemo nuovamente in piazza: Salute, Cultura e lavoro sono diritti inviolabili”.

Hanno aderito alla mobilitazione, oltre ai due Comitati a firma di questo comunicato, anche: Comitato di Quartiere di Torpignattara; Casa del Popolo di Centocelle; Potere al Popolo V Municipio; Casa del Popolo di Torpignattara; A Sud Onlus; CDCA - Centro Documentazione Conflitti Ambientali; Comitato Certosa; Comitato di Quartiere Torrespaccata; Legambiente Circolo Città Futura; Terra! onlus; Comitato di Quartiere Don Bosco; Centocelle Storica; Rete Ciclofficine Roma Est; Comunità Parco Pubblico di Centocelle – OdV; CGIL Camera del Lavoro Roma Sud Pomezia e Castelli Romani; Asd Quadraro; Associazione Via Libera; AmbienteWEB; Motoperpetuo APS; Associazione Open Hands

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Gennaio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31