Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 12 Dicembre 2018

Domenica 2 settembre a partire dalle 9, nel campo di calcio del Parco di Sant'Osvaldo in via Pozzuolo 330 a Udine, si svolgerà la 15^ edizione del Torneo Anpis di calcio a 7 intitolato a Giorgio Molaro. Ben 13 le squadre partecipanti quest'anno e tutte gravitanti nella ben consolidata rete del Coordinamento regionale delle Polisportive per l'integrazione sociale. La giornata strettamente calcistica, organizzata da Asd È Vento Nuovo, Cooperativa sociale Itaca - Comunità Nove e Arci Comitato territoriale Udine, si concluderà alle 18 con le premiazioni, cui seguiranno alle 19 i concerti ad ingresso libero delle band Vandaltrybe (punkmetal) e Flannel and Plaid (punkrock). A partire dalle 15 sarà in funzione il chiosco dell'associazione Arci Bar Sport.

Giorgio Molaro era una persona che frequentava la Comunità Nove, venuta a mancare proprio nei giorni in cui si stava organizzando la prima edizione del torneo. Una vita la sua, come quelle di tante e tanti, passata dentro strutture psichiatriche. Giorgio conosceva quasi solo quel mondo, per questo È Vento Nuovo e Comunità Nove 15 anni fa scelsero di intitolargli il torneo Anpis, per ricordare le vite di tutte e tutti quelli che vissero nei manicomi.

L'intera giornata sarà così dedicata alle persone e alle realtà locali e regionali con cui ormai da anni si sono intessute relazioni umane significative, oltre che condivisi percorsi comuni. Tutte gravitanti nell'orbita della rete regionale Anpis, come tradizione, le squadre si incontreranno dentro e fuori dal campo in una giornata all'insegna della salute (anche mentale), della condivisione del pranzo e della merenda, della socializzazione e inclusione grazie all'ospitalità della Comunità Nove, il Centro diurno gestito da Itaca. Ben 13 le formazioni partecipanti, oltre agli organizzatori di È Vento Nuovo, Marangoni 105 Udine, Squadriglia Arci Udine, Porte Aperte Udine, Partecipazione Udine, Get Up Udine, Atletico Betania Udine, Coop Noncello Pordenone, Oltrefutura San Vito al Tagliamento, Polisportiva 2001 Gorizia, Samarcanda Trieste, Comunità Timavo, Stella Rossa Portogruaro.

La polisportiva udinese È Vento Nuovo, che il prossimo anno taglierà il traguardo dei 25 anni, è oggi una realtà importante nell'ambito della salute mentale friulana. Oltre ad aver accumulato un'esperienza ultradecennale sia in termini di partecipazione sia di organizzazione di eventi e manifestazioni sportive anche importanti, EVN ha compiuto un lungo percorso di crescita. Soprattutto in termini di emancipazione da un modello sociale e culturale ancora generalmente dominante, che tende a considerare lo sport con e per le persone con svantaggio, disabilità o sofferenza mentale meramente come puro svago e passatempo.

È Vento Nuovo sta invece dimostrando come siano fondanti gli aspetti legati alla partecipazione e alla cittadinanza attiva, all'impegno sociale e al protagonismo nel percorso sia individuale sia del gruppo. Le squadre di calcio, infatti, sono tutte miste e composte sia da operatori sia da beneficiari dei servizi della salute mentale, ma anche da volontari e semplici cittadini, anche perché in campo la palla è ugualmente rotonda per tutti. Lo sport è così per il sodalizio friulano, per la Comunità Nove e per la Cooperativa Itaca una palestra di vita vera, vissuta in prima persona e non delegata, il cui obiettivo non è calciare la palla in rete con forza, abilità e scaltrezza, ma innanzitutto stare insieme, consolidando le relazioni intessute negli anni e i percorsi comuni.

A margine del sempre combattuto torneo di calcio, una delle peculiarità resta quella di valorizzare i momenti di puro svago e di socialità e così, tra una partita e l'altra, o anche durante, libero spazio a ping-pong, calcio balilla, qualche ultimo ritocco alla tintarella, una passeggiata nel Parco di Sant'Osvaldo o una visita alle opere esposte all'interno della Comunità Nove dal Gruppo d'arte economica CipArt, che ha trasformato i locali in una vera e propria galleria d'arte contemporanea permanente.

L'edizione 2018 del Torneo Molaro si inserisce in "40x180", l'ampio cartellone di eventi per ricordare i 40 anni della Legge 180, meglio nota come Legge Basaglia. Un calendario fitto che andrà avanti sino a marzo 2019 e che vede il coinvolgimento di Dipartimento di salute mentale di Udine, delle Cooperative sociali Itaca e Duemilauno Agenzia Sociale, della rete delle Cooperative sociali del Cosm e delle Associazioni che rappresentano beneficiari e familiari.

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Dicembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31