Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 20 Aprile 2019

Nonostante l'avviso solo in italiano e non comprensibile dai turisti stranieri presenti in numero considerevole di essere rifocillati, sul Freccia Bianca 8605, non solo non è stato detto di recarsi al bar, in mancanza di assistenza diretta nelle singole carrozze, ma per chi si recava al bar era previsto solo un bicchiere di acqua ed un biscotto: "Ogni giorno ne accade una, siamo veramente stufi di dover fare i conti con questa realtà, i trasporti ferroviari sono ai minimi storici, viaggiare era più semplice sul dorso di un cavallo – scrive in tono sarcastico il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – questa mattina ad essere interessato è il Freccia Bianca 8605, fermo per oltre un'ora e mezza a 60 km da Pisa, la cosa grave, oltre questa, è che l'assistenza a bordo sia stata tardiva".

"Gli utenti non hanno ricevuto viveri e acqua, anzi, il personale ha approfittato per esaurire le scorte del bar gravando sulle tasche dei cittadini che erano presenti sul Freccia Bianca – aggiunge Giuseppe Sorrentino, Responsabile dell'ufficio Legale Nazionale di Asso-Consum – troviamo che questo sia inaccettabile e porteremo avanti delle azioni per far sì che non si verifichino più casi come questo".

Anche Movimento Difesa Consumatori non ci sta ed il Presidente Nazionale, Francesco Luongo si unisce alla protesta di U.Di.Con. e Asso-Consum: "I consumatori sono esasperati e questo è solo uno di quei casi che ci viene segnalato ma che di fatto è un piccolo tassello di un puzzle che, purtroppo, non smettiamo di comporre. Porteremo avanti questa battaglia, i consumatori non possono essere vessati anche in situazioni di difficoltà come quella citata da Nesci". 

 

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Aprile 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30