Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Lunedì, 19 Novembre 2018

ANZIANI E FAKE NEWS: OPPORTUNITA E RISCHI NELLA DUE GIORNI DI AUSER A TORINO In primo piano

Scritto da  Redazione Ott 16, 2018

La tecnologia non ha età. Sono sempre di più gli anziani che smartphone alla mano si connettono a Internet e navigano su Facebook, Twitter e Instagram. Secondo una recente indagine Ipsos  il 76% degli over 60  italiani  ha almeno un account e il 25% degli intervistati  usa i social per discutere di temi di attualità.  Nell’Isola Felice di Internet i cittadini si esprimono, partecipano, si confrontano e s’informano. Ma non è tutto oro quello che luccica. Questo sovraccarico ininterrotto di flussi informativi può creare confusione, fraintendimenti e veri inganni.

La fabbrica delle “bufale” non va mai in vacanza e in Internet lavora a pieno ritmo diffondendo ogni giorno false notizie su politica, salute, fenomeni sociali e tanto altro ancora. Quanto siamo sicuri di non restare intrappolati  in qualche inganno? Come possiamo difenderci dalle bufale  che girano in internet e sui social e che ci raccontano in malafede qualcosa che non  è? 

Questo è il tema, di grandissima attualità, scelto per l’edizione 2018 della Città che apprende, l’evento che l’Auser a cadenza biennale dedica alla cultura ed alla educazione degli adulti come strumento di cittadinanza e di integrazione sociale, coinvolgendo la rete delle Università Popolari e dei Circoli Culturali.

Titolo dell’evento   è  “Chi dà retta alle sirene? Informazione e disinformazione nell’era del Web e dei Social” e si terrà a Torino  il 18 e 19 ottobre 2018 presso l’Auditorium della Città Metropolitana. Due giorni molto intensi di dibattito durante i quali l’Auser ha chiamato a confrontarsi esperti del settore e rappresentanti del mondo dei media e dell’informazione.

L’evento è patrocinato dal Comune di Torino, Città Metropolitana di Torino, Regione Piemonte e Forum Nazionale del Terzo Settore. Giovedì 18 alle 12.40  Lectio Magistralis del prof. Lorenzo Magnea dell’Università di Torino, docente di fisica teorica e allievo di Tullio Regge. E’ stato il primo in Italia a lanciare un corso universitario per sfatare le bufale della quotidianità, si chiama “la fisica dei  cittadini”. Un contributo civico   per fornire a tutti gli strumenti per capire se una notizia è una bufala o no.

“Gli anziani sono una delle categorie più esposte al rischio di incappare nelle bufale – sottolinea il presidente nazionale Enzo Costa – ecco perché abbiamo deciso di approfondire questo tema, conoscere ci aiuta a comprendere meglio. L’Auser considera l’apprendimento permanente una parte importante del proprio progetto sociale anche nella convinzione che investire in cultura rafforza la democrazia e migliora la società”. Le attività praticate nelle  nostre università e circoli culturali – prosegue Costa - , realizzano più obiettivi, oltre a quello formativo creano momenti e luoghi di socializzazione, fanno nascere nuovi interessi e nuove amicizie e si combatte la solitudine”.

Oltre 215.000 persone di tutte le età partecipano all’anno ai corsi organizzati da Università e Circoli Culturali Auser, una rete di oltre 500 strutture in tutta Italia. Quasi 2600 corsi, più di 4mila conferenze organizzate in un anno e 1860 visite culturali. 

 

L'ultima modifica Martedì, 16 Ottobre 2018 12:27
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Novembre 2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30