Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Domenica, 21 Luglio 2019

TARANTO, ALLA BIENNALE DELLA PROSSIMITÀ ARRIVANO LE "NUOVE VISIONI" DI LEGACOOPSOCIALI In primo piano

Scritto da  Redazione Mag 14, 2019

Legacoopsociali partecipa alla terza edizione della Biennale della Prossimità a Taranto. Il 16 e 17 maggio sono in programma due proiezioni e dibattiti nell’ambito del progetto “Nuove Visioni” – Per un festival del cinema della cooperazione sociale.

Giovedì 16 alle ore 20, al Palazzo Galeota di via Duomo in pieno centro storico, ci sarà la proiezione del cortometraggio “Questo è lavoro” prodotto dal Consorzio Parsifal di Frosinone e dopo seguirà un dibattito con il presidente di Parsifal Daniele Del Monaco, il regista del corto Federico Caponera, la responsabile di Generazioni Legacoop Katia De Luca e Valerio D’Ancona di coop sociale Si può fare.

Venerdì 17 alle 21, sempre al Palazzo Galeota, si terra la proiezione del film “Al massimo ribasso” prodotto dalla cooperativa sociale Arcobaleno di Torino. Prima del film ci sarà un breve dibattito con il presidente di Arcobaleno Tito Ammirati, la presidente nazionale di Legacoopsociali Eleonora Vanni e Massimiliano Maggio di Legacoop Puglia.

“Organizzarsi con nuovi modi di parlare – dichiara Eleonora Vanni - valorizzare il lavoro dei cooperatori e delle comunità nelle quali operano raccontando storie per immagini; una scelta comunicativa intesa come allargamento delle relazioni e muova progettualità per essere meglio ascoltati e conosciuti nella pratica dei valori cooperativi”.

La Biennale

Dopo Genova nel 2015 e Bologna nel 2017, con più di 500 esperienze di Prossimità raccontate e 1000 partecipanti ospitati, la Biennale guarda a Sud e sceglie Taranto con 3 giornate in cui operatori e cittadini potranno incontrarsi, parlarsi, vivere insieme esperienze di scambio e di animazione territoriale, sperimentando linguaggi diversi: dal racconto all’arte, dall’approfondimento culturale alla convivialità. - spiega Daniele Ferrocino, uno dei quattro co-direttori della Biennale della Prossimità - è un luogo capace di raccontare tutte le contraddizioni del SUD; la ricchezza dei paesaggi, della storia e della cultura fanno da sfondo a livelli di povertà e disoccupazione preoccupanti soffocati da uno sviluppo industriale fallito di cui l’Ilva è un simbolo. Ma Taranto ha saputo reagire ed è divenuta nel tempo terreno fertile per tante esperienze locali di partecipazione civile e comunitaria, colma di “casi di Prossimità”, costruiti per dare risposte al bisogno di benessere dei cittadini.

Taranto si sta preparando ad accogliere la nuova Biennale con un “gruppo locale” che aggrega centinaia di cittadini e decine di organizzazioni, in pieno stile Biennale. La caratteristica di questo evento è, infatti, l’essere costruito con un meccanismo partecipativo e aggregativo; dopo la pausa estiva cittadini, Istituzioni, Terzo settore e tutti gli altri attori che lavorano sulla prossimità potranno iscriversi, contribuendo così in maniera creativa e libera alla Biennale, arrivando a Taranto da tutta Italia.

Per tutte le info la pagina ufficiale su Facebook @BiennaleProssimita o il sito www.prossimita.net

 

 

 

L'ultima modifica Martedì, 14 Maggio 2019 15:22
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Luglio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31