Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Mercoledì, 22 Maggio 2019

CETA, VIA LIBERA IN COMMISSIONE: "IL 5 LUGLIO SAREMO IN PIAZZA"

Scritto da  Giuseppe Manzo Giu 28, 2017

Nonostante nei pareri espressi da molte commissioni ci fossero “vincoli e indicazioni precise di preoccupazione” e aspetti da approfondire, si è proceduto con il voto per l'accordo commerciale con il Canada. Il 5 luglio di nuovo in piazza Coldiretti, Cgil e tutte le associazioni della coalizione #StopTtip #StopCeta 

 

Nonostante il presidio convocato in soli tre giorni in piazza del Pantheon a Roma, in occasione del voto sul Ceta (accordo commerciale con il Canada) in commissione Affari esteri del Senato, arriva il primo via libera al “trattato tossico”. I senatori del Pd, di Mdp Articolo 1 e Forza Italia hanno votato contro la sospensiva #StopCETA in commissione Affari Esteri. Nonostante nei pareri espressi da molte commissioni ci fossero “vincoli e indicazioni precise di preoccupazione” e aspetti da approfondire, si è proceduto con il voto

“Ai comitati, alle associazioni, alle persone di buon senso – scrive la coalizione Stop Ttip Italia - chiediamo di scrivere ancora ai senatori, di tuittare in questi giorni per non lasciarli soli e far loro capire che il Ceta in Aula non va presentato. Il 5 luglio saremo di nuovo in piazza con Coldiretti e Cgil, e tutte le associazioni della coalizione #StopTTIP #StopCETA a Montecitorio perché questo messaggio arrivi forte e chiaro”.

Le ragioni di chi ha votato No

"Il trattato commerciale con il Canada CETA, la cui ratifica è stata approvata oggi dal Senato, è uno strumento pericolosissimo, che mette a rischio decine di migliaia di posti di lavoro, abbassa i controlli sulla qualità dei prodotti agricoli, apre la porta all'uso di elementi letali per la salute, danneggia in modo molto grave l'agricoltura italiana, rende possibile la reintroduzione degli Ogm e in più minaccia di espropriare le istituzione democratiche, attraverso la pratica dell'arbitrato, dei poteri decisionali in materie fondamentali per la vita, la salute e il benessere dei cittadini".
Lo afferma il senatore di Sinistra Italiana - Senato Peppe De Cristofaro, vicepresidente della commissione Esteri.

"Sinistra Italiana ha votato contro questa ratifica e intende continuare la battaglia non solo in Parlamento, quando la Camera sarà chiamata a votare la ratifica, ma in tutto il Paese. Tanto più che il CETA riguarda formalmente solo il Canada ma in realtà apre le porte anche alle 40mila filiali canadesi delle aziende statunitensi e dunque a tutte le grandi multinazionali", conclude il senatore De Cristofaro.

Redazione

@nelpaeseit

L'ultima modifica Martedì, 05 Settembre 2017 13:13
Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Calendario

« Maggio 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31