Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Martedì, 15 Ottobre 2019

VIOLENZA, IL 73% DELLE DONNE NON DENUNCIA. UN VIDEO PER IL 26 NOVEMBRE

Scritto da  Giuseppe Manzo Nov 15, 2016

Solo una su 3 denuncia. “il 52% delle donne vittime di maltrattamenti è sposata o convivente, il resto sono donne separate, divorziate o nubili”. Intanto prosegue la mobilitazione verso la manifestazione nazionale del 26 novembre: il video di Donne In Rete contro la violenza. 

 

Nel corso del 2015 sono state accolte 220 donne al centro antiviolenza Casa della donna di PIsa. Il 53% delle donne ha un’età compresa tra 30 e 50 anni, il 20% ha oltre 50 anni, il 16% ha tra i 19 e i 29 anni. “Rispetto agli anni precedenti – spiega Carla Pochini, presidente della Casa della donna e operatrice del centro antiviolenza - registriamo un innalzamento della media dell’età delle donne che ci chiedono aiuto, in particolare tra 40 e 50 anni e oltre i 60 anni”.

Secondo il report “Non solo numeri. Un anno di violenza a Pisa e provincia” presentato dal Centro antiviolenza della Casa della donna, il 52% delle donne vittime di maltrattamenti è sposata o convivente, il resto sono donne separate, divorziate o nubili. Il 78% sono donne italiane. Il 53% ha un diploma o una laurea, il 47,7% ha un lavoro. Quasi l’80% delle 220 donne accolte nel 2015 ha figli, che nel 47% dei casi sono minori. Ma non tutte le donne che si rivolgono al Centro vivono a Pisa e provincia, il 38% proviene da fuori Pisa.

Tante e diverse le forme di violenza che hanno subito le 220 donne accolte nel 2015 dalla Casa della donna, violenze che spesso si sommano in una pericolosa escalation. Dal Report “Non solo numeri” risulta, infatti, che il 31,3% delle donne accolte è vittima di violenza fisica o sessuale e ben il 93% subisce o ha subito violenza psicologica, economica o stalking. Il 73% non ha mai denunciato il maltrattante oppure, dopo avere presentato denuncia, l’ha ritirata.

Nel Report “Non solo numeri” è delineato anche un identikit dell’uomo maltrattante. Quasi il 52% degli uomini maltrattanti ha un’età tra 36 e 60 anni, il 53% è coniugato o convivente, 77% è di origine italiana e il 75% è partner o ex partner della donna maltrattata, il 66% ha un diploma, una laurea o una formazione professionale, il 45% lavora.

A Roma

In tutta Italia, intanto, proseguono assemblee e iniziative verso la manifestazione nazionale del 26 novembre nella capitale. A promuoverla sono la rete romana Io Decido che riunisce diversi associazioni e collettivi femministi di Roma; D.I.Re -Donne in rete contro la violenza, che riunisce più di 77 centri antiviolenza in Italia, e l'UDI, Unione Donne in Italia. D.I.Re ha anche diffuso un video verso questo appuntamento: “Il 26 novembre sarà il punto di partenza di un percorso di lunga durata – aggiungono - che proporrà il Piano delle Donne Femministe contro la violenza di genere e aprirà un processo di mobilitazione ampio per affermare l'autodeterminazione e la libertà

femminile. Le donne si ritroveranno, dopo la mobilitazione in piazza, il 27 novembre, in tavoli tematici e workshops per elaborare le proposte sui temi che spaziano dal diritto alla salute, alla libertà di scelta, all'autodeterminazione in ambito sessuale e riproduttivo, al lavoro, al welfare, al femminismo migrante”.

Redazione (Fonte dati: Redattore Sociale)

@nelpaeseit

Giuseppe Manzo

Giuseppe Manzo

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Ottobre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31