Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
Sabato, 06 Giugno 2020

IL COVID-19 NON FERMA GLI SPECIAL OLYMPICS 2020 CHE SI TERRANNO IN SMART GAMES (DA CASA) In primo piano

Scritto da  Redazione Apr 30, 2020

Quest’anno, dal 10 al 31 maggio, lo Special Olympics si terrà, a  causa del necessario distanziamento sociale richiesto dalle prescrizioni governative per la pandemia da covid-19, in Smart Games al fine di dare, agli atleti disabili e alle loro famiglie, l’opportunità di giocare da casa, cimentandosi in  20sport differenti: Atletica,  Badminton,  Basket,  Bocce,  Bowling,  Calcio, Canottaggio, Karate, Ginnastica, Golf, Nuoto, Equitazione, Pallavolo, Racchette da neve, Rugby, Snowboard,  Tennis, Tennistavolo, gare di sport unificato in tutte le discipline ed esibizioni  di Young Athletes Program e di Motor Activity Program.

Tutto ciò con  appositi esercizi elaborati dallo staff tecnico nazionale di disciplina  del Movimento e messi a disposizione su una Playlist Youtube.

Un modo per affermare ancora la dimensione inclusiva del gesto, e, pure, non a caso, il ruolo importante della didattica a distanza per i diversamenti abili. Occasioni che aiutano a comprendere, attraverso pure una sussidiarietà sempre sensibile a supportare quel bene da imparare continuamente dagli altri, con quale desiderio bisogna costruire dal “basso”.

Lo ha comunicato, annunciando la manifestazione, Mariella Greco, Direttore provinciale Special Olympics Team Cosenza e riferimento area scuola per la Calabria-facente parte dei coordinamenti promotori- sottolineando, contestualmente, la portata sociale ed educativa della manifestazione che viene patrocinata, come altre volte,  pure dal Comune di Castrovillari (che spera di premiare gli atleti locali appena le condizioni glielo permetteranno), certo, in una coralità solidale multi - rappresentata, che appuntamenti del genere aiutano ad una crescita integrale e sostanziale della collettività.

E’ l’idea del Sindaco- che è pure Assessore allo Sport- e dell’Assessore ai Servizi Sociali, rispettivamente Domenico Lo Polito e Pino Russo, convinti che mettersi a disposizione dell’iniziativa rilancia il ruolo educativo di tali avvenimenti per superare vecchi stereotipi, rischio isolamento, combattendo la cultura dell’ “abilismo” nonché dell’indifferenza, e affermare il significato esistenziale e di risorsa che ha l’altro, pur essendo diverso.

“L’appuntamento, anche se a tavolino, nel sicuro delle mura domestiche e di fronte al computer- precisano all’unisono gli amministratori e la direttrice provinciale-, si svolge nella logica sportiva dello Special Olympics che guarda al primato della persona per promuovere la dignità di questa con attività e sana competizione che esaltano, in Bellezza, ruolo e funzione del coinvolgimento, cinghia irrinunciabile di trasmissione per sostenere quei valori morali ed ideali su cui si fonda una reale esperienza e convivenza umana che bisogna sempre più accompagnare per realizzarsi.”   

“Fattori – ricordano il Sindaco Lo Polito e l’Assessore Russo -,poi, che non possono fare a meno di rapporti e di supporti funzionali a questi incontri nei quali il bene comune è sempre il “prossimo” con tutto ciò che lo connota.”

 

L'ultima modifica Giovedì, 30 Aprile 2020 14:46
Redazione

Redazione

Lascia un commento

Assicurarsi di inserire tutte le informazioni necessarie, indicate da un asterisco (*). Il codice HTML non è consentito.

  1. Popolari
  2. Tendenza
  3. Commenti

Articoli Correlati

Calendario

« Giugno 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30